RUGBY / IVREA – Si sapeva della qualità del Settimo, una squadra con elementi di esperienza e di categoria superiore in grado di gestire bene le fasi di gioco e così è stato, per quanto il compito è stato agevolato da una prestazione opaca dell’Ivrea, apparsa quasi timorosa e poco reattiva nell’affrontare i rivali.

[su_slider source=”media: 99248″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

E sì che la partenza è stata buona con Campanale abile a recuperare l’ovale da touche persa e a involarsi in meta con De Lise S. che trasforma. Poi però la luce si è spenta e il Settimo ha preso il comando del gioco con esperienza e buone idee offensive pareggiando presto con buone trame di gioco.

Salvo qualche rara sortita, spesso vanificata da errori di handling e da una touche oggi ampiamente insufficiente, tutto il primo tempo vede l’Ivrea sulla difensiva incapace di proporre schemi convincenti ed insistendo troppo con azioni individuali. La poca aggressività in difesa ha poi consentito ai padroni di casa di manovrare bene e segnare altre 2 mete. Nella ripresa per i primi 10′ la partita non cambia e il Settimo segna presto la meta del bonus. Qui la partita cambia e finalmente l’Ivrea si scuote e gioca alla pari per il resto del tempo, pur fallendo il timing nei momenti topici.

[su_slider source=”media: 125676,110138,119356″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

E’ comunque ancora Campanale a segnare con un pick and go da mischia, ma prima della fine il Settimo ribatte con la quinta marcatura. Una prestazione insufficiente con comunque buone prove di alcuni giocatori, su tutti Campanale, Gallo Balma (grande difesa) e il rientrante Mazza. L’allenatore Mingione ha voluto in ogni caso sottolineare gli aspetti positivi su cui si era lavorato in settimana, spronando tutti a impegnarsi ancora di più.

Domenica altra difficile trasferta a RHO, oggi sconfitta ad Aosta, mentre il Rivoli ha perso con il Cus Torino tra le mura amiche: bisogna rapidamente rimettere a posto le cose, lavorando sodo e con molta concentrazione.

Ivrea Rugby Club: Campo Daniele (Campo Damiano), Candellieri, De Lise S., Sanfilippo, Romano D. (Coppo, Cardella) Varricchio, Gaida, Zilioli, Redolfi (Valenzuela), Gallo Balma, Campanale, Favetto  Malusà (Mazza), De Lise E. (Masuccio) Macrì (Romano A.).

[su_slider source=”media: 124101″ limit=”100″ link=”image” target=”blank” width=”730″ height=”180″ title=”no” arrows=”no” pages=”no” mousewheel=”no” autoplay=”0″ speed=”0″]

Allenatore: Mingione Giulio – Mc Neil Bill

Under 14

Under 14 – II° Giornata:

CUS Torino – Ivrea Rugby Club 65-14 (50-00)

In un bellissimo sabato pomeriggio a Grugliasco, esordiscono i nostri ragazzi Under 14 contro i padroni di casa del Cus Torino.

Primo tempo lungo e difficile per l’Ivrea che patisce l’inesperienza della maggior parte dei ragazzi che appaiono intimoriti e spaesati in campo e subiscono la maggiore fisicità e organizzazione dei torinesi, i quali finalizzano il totale possesso palla con tanti punti.

Nel secondo tempo, finalmente, l’Ivrea si sblocca psicologicamente e i giocatori scendono in campo molto più decisi ed efficaci , nonostante i numerosi cambi in formazione; i nostri ragazzi mettono pressione agli avversari concedendo pochi spazi e pochi palloni rapidi, letali nel primo tempo, e riescono a tenere testa con due mete al Cus realizzate da Bellini e Panizza, trasformazioni di Tolnai.

[su_slider source=”media: 100996,100993,116078″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

C’è ancora molto su cui lavorare, in particolare la gestione dello spazio in campo, ma con una rosa composta da moltissimi esordienti in categoria  si può solo ben sperare.

Ivrea Rugby Club: Sappa,Fasoli,Somaggio,Villani,Machetta,Casiraghi, Cellerino (C), Rezza, Panetti, Algostino, Bianchi, Bellini, Dubini, Olmo, Tolnai, Rappo,Panizza (VC), Bianco, Berutti, Prato

Allenatore: Bellafiore

Accompagnatori: Panizza, Jacquemod, Zanotto

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here