spot_img
giovedì 16 Settembre 2021
giovedì, Settembre 16, 2021

CIRIÉ – In Consiglio la sesta variazione di bilancio

CIRIÉ – Nella serata di lunedì è stata presentata all’assise la Variazione di Bilancio n°6 applicazione Avanzo di amministrazione.

[su_slider source=”media: 99248″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

Ad illustrare il punto è l’assessore al Bilancio Giada Caudera che esordisce: “L’aggiornamento del piano triennale dei lavori pubblici che abbiamo approvato nel corso del Consiglio di martedì 25 settembre fa parte di questa variazione di bilancio per quello che riguarda gli investimenti”. Nodo centrale della variazione è il taglio degli oneri di urbanizzazione che prevede una riduzione degli stessi per 470 mila euro, un fatto dovuto alla visione un po’ troppo ottimistica ipotizzata nel piano regolatore della città, visto che in questi mesi non si sono verificate quelle condizioni di investimento privato legate alla costruzione di nuovi immobili. La cifra di previsione scende a circa 500 mila euro.

Una somma che probabilmente potrà subire un ulteriore ridimensionamento visto che fino ad ora il Comune ha incassato oneri per meno di 200 mila euro. “Dopo l’attenta disamina dei dati dai banchi dell’opposizione si sono levati i primi mugugni e artefice di questi è il consigliere Francesco Brizio, arrivato in Consiglio con un faldone pieno di documenti: “Se ben ricordate, già in fase di approvazione del bilancio avevamo contestato a più riprese che la cifra da voi espressa ci pareva troppo elevata, ma quello che trovo strano è che a parere vostro si incolpi il mancato introito degli oneri di urbanizzazione indicati nel piano regolatore. Le risorse ci sono ma secondo noi non vengono spese tenendo conto delle delle priorità “. Dello stesso avviso è il pentastellato Franco Silvestro che rincara la dose: “Quella che stiamo discutendo è una variazione di bilancio conservativa nella quale a parere mio non si intravede un progetto di sviluppo della città per gli anni a venire”. Anche Davide D’Agostino, Fratelli D’Italia, lamenta l’assenza di un indirizzo politico nella gestione della città da parte dell’amministrazione.

[su_slider source=”media: 125676,110138,119356″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

Dopo gli interventi della minoranza, la parola è passata, per una breve replica, all’assessore Giada Caudera che ha ricordato all’ex Sindaco come non si stia procedendo a tentoni. Dura la replica anche del Sindaco Loredana Devietti rivolta al consigliere Brizio: “In merito al piano regolatore abbiamo sempre espresso che questo non era adeguato alla nostra città: voi parlate di mancanza di carattere da parte nostra ma vi ricordo che questa è solo una variazione. Poi noi possiamo avere anche idee diverse dalle vostre e questo era già noto al momento in cui ci siamo candidati in contrapposizione alla vostra lista. Per quello che riguarda la residenza per anziani, il Girasole abbiamo accantonato 60 mila euro in attesa delle disposizioni in merito della Regione Piemonte”. Queste parole hanno infiammato il consiglio con un siparietto molto colorito tra il sindaco e il consigliere Francesco Brizio. Il consigliere Franco Silvestro nel suo intervento ha chiesto lumi in merito alla questione Girasole sollevando seri dubbi sul futuro della struttura Dopo interminabili confronti il punto è stato approvato con i voti contrari della minoranza.

[su_slider source=”media: 124101″ limit=”100″ link=”image” target=”blank” width=”730″ height=”180″ title=”no” arrows=”no” pages=”no” mousewheel=”no” autoplay=”0″ speed=”0″]

[su_slider source=”media: 100996,100993,116078″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img