RIVARA – Con uno scatto deciso negli ultimi cinquecento metri il marocchino che abita nel biellese Omar Amid (Team pedale Biellese) vince a braccia alzate a Rivara nella corsa ciclistica riservata alla categorie allievi, che era valida come terza edizione del memorial Francesco Data e Guido Tessiore, oltre ad essere la prova unica del campionato provinciale.

La manifestazione è stata curata dal Comune di Rivara con la collaborazione del Velo club Eporediese Seinox. Alla corsa che è partita come era già successo nell’edizione dello scorso anno nella strada che da Rivara porta a Pertusio, vicino al luogo dove venne ritrovato il cadavere di Gloria Rosboch, poco prima che si abbassasse la bandiera a scacchi, è stato anche osservato un minuto di silenzio. Dei settanta iscritti hanno preso parte sessanta alla corsa: oltre alle squadre piemontesi presenti anche due formazioni liguri e una toscana. Tra i presenti vi era anche il presidente regionale della federazione ciclistica Giovanni Vietri che ha partecipato alle premiazioni come il sindaco di Rivara Gianluca Quarelli.

Advertising App ON 2

Si è laureato campione provinciale di Torino Samuele Vergnano (Ciclistica Ferrati di Candiolo). Per Amid nella gara di Rivara è giunto il suo primo successo di questa stagione, ha centrato la vittoria con uno scatto decisivo quando mancavano poco più di cinquecento metri alla linea di arrivo staccando l’altro fuggitivo, Enrico Bellotti (2000 Borgomanero), che non è stato più in grado di rispondere allo scatto di Amid e ha dovuto accontentarsi del secondo posto giungendo staccato di sei secondi dal vincitore. Il gruppetto di nove corridori che è stato quello che ha animato la corsa, si è sgretolato nell’ultimo dei nove giri gli altri sette giovani corridori sono giunti alla spicciolata.

Associazione Primo Contatto definitivo 700X100
Allianz 2 modifica jpeg

Terzo attardato di sedici secondi dal vincitore è giunto Giacomo Osayuwame Aimar dell’Esperia Piasco, invece gli altri sono arrivati a venticinque secondi con il successo in volata di Andrea Monte (2000 Borgomanero). Campione provinciale di Torino è andato a Samuele Vergrano (Ciclistica Ferrati di Candiolo). Al via anche dieci ragazze unica giunta al traguardo è stata Sveva Bianchi (Racconigi Cycling team). Il trofeo Guido Tessiore per il giocatore più combattivo è andato a Giacomo Osayuwame Aimar (Esperia Piasco).

Monalisa Ozegna 700×100 2
Monalisa Ozegna ok 700×100

Il traguardo volante che era posto di fronte allo stabilimento Data a Rivara è stato vinto da Omar Amid (Team pedale Biellese) che ha preceduto Denis Del Chierico (Levante); terzi a pari merito Stefano Rizza (E-volution città di Valenza) e Niccolò Rembaldo (Unione ciclistica Alassio). Tra le società successo del Team pedale Biellese società del vincitore, 2000 Borgomanero tra i primi cinque classificata e Esperia Piasco nei dieci arrivati.

Banner_730x100
Original Marines
mafish nuovo 730×100

Questo è l’ordine di arrivo del secondo memorial Francesco Data e Guido Tessiore (iscritti 72, partenti 62 arrivati 31; 1): Omar Amid (Team pedale Biellese) chilometri 88 in 2h 13’ media 39,699 chilometri orari, 2) Enrico Bellotti (2000 Borgomanero) a 6”, 3) Giacomo Osayuwame Aimar (Esperia Piasco) a 16″, 4) Andrea Monte (2000 Borgomanero) a 25”, 5) Tommaso Perazzolo (Cycling team Valdera), 6) Stefano Rizza (E-volution città di Valenza), 7) Alessio Todescato (Pedale Ossolano), 8) Pietro Aimonetto(Esperia Piasco), 9) Damiano valerio (Madonna di Campagna), 10) Diego Rabozzi (2000 Borgomanero) a 5’ 35”, 18) Samuele Negro (VC Eporediese Seinox).

GUARDA LE FOTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here