martedì 15 Giugno 2021
martedì, Giugno 15, 2021
spot_img

CHIVASSO – Estorsione ai danni del titolare di un bar: due arresti

Entrambi erano già stati arrestati lo scorso giugno per associazione mafiosa nell’ambito dell’operazione "Panamera" dove erano state arrestate: undici persone

CHIVASSO – Ieri mattina i carabinieri della compagnia di Chivasso hanno eseguito due ordinanze di custodia cautelare in carcere nei confronti di Antonio Guerra, 38 anni, di Torino, e Luciano Ilaqua, 29 anni, di Chivasso, per estorsione.

Entrambi erano già stati arrestati lo scorso giugno per associazione mafiosa nell’ambito dell’operazione “Panamera”: undici ordinanza di custodia cautelare in carcere sono state eseguite dai carabinieri nei confronti di altrettante persone ritenute affiliate alla ‘Ndrangheta. Associazione a delinquere di stampo mafioso, tentato omicidio, usura, estorsione, rapina, danneggiamento, incendio, detenzione illegale di armi e munizioni i reati contestati nei loro confronti a vario titolo.

[su_slider source=”media: 99248″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

L’operazione, condotta dai militari della Compagnia di Chivasso (Torino) nelle province di Torino, Varese, Reggio Calabria, Cosenza e Vercelli, in collaborazione con i reparti competenti per territorio. Sequestrati beni immobili, società e attività commerciali, polizze vita, conti correnti, autovetture di grossa cilindrata, cassette di sicurezza, gioielli e orologi di lusso, e contanti.

[su_slider source=”media: 110138,119356″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

Le due ordinanze si riferiscono ad una singola estorsione ai danni del titolare di un bar di Chivasso piazza d’Armi. I due pregiudicati, nell’anno 2014, avevano costretto il titolare del bar ad assumere la sorella di Guerra Antonio attraverso minacce. Il titolare del bar non aveva presentato alcuna denuncia e la donna aveva lavorato presso di lui per sei mesi. Dopo l’esecuzione delle ordinanze di Panamera è stata fatta ulteriore attività istruttoria e si è riusciti a ricostruire pienamente la vicenda ottenendo le due ordinanze di custodia cautelare per estorsione aggravata dal metodo mafioso. Il PM è la dottoressa Abbatecola.

[su_slider source=”media:109265,109272″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

[su_slider source=”media: 100996,100993,116078″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

Leggi anche...

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img