CALUSO – Torna, dal 13 al 18 settembre, la Festa dell’Uva Erbaluce, quest’anno alla sua 84esima edizione.

Musica e vino sono il filo conduttore della rassegna di metà settembre che si appresta ancora una volta ad accogliere le tante persone che si riverseranno in città.

Quest’anno si affiancherà ai Rioni ed alle Frazioni di Caluso, sei Pro Loco di Comuni vicini (Barone, Brandizzo, Candia, Rondissone, Strambino, Vische), pronte a far degustare le proprie specialità culinarie in un percorso stile Street Food. Il Quadrilatero del Gusto, proposto per la prima volta lo scorso anno con l’obiettivo di garantire maggiore sicurezza e fruibilità nel centro città, torna ad essere protagonista e protagoniste saranno ancora una volta le “Veje Piole” a cui sarà abbinato un produttore vitivinicolo locale. Lo slogan resta “Vino sì, ma che sia contrassegno di garanzia” con la vendita esclusiva da parte delle realtà territoriali; bere con moderazione resta l’invito a quanti il sabato sera decidono di lasciarsi andare a quel bicchiere in più.

Advertising App ON 2

Il sabato le vie torneranno a vivere di profumi ed il quadrilatero del gusto di gruppi musicali; senza dimenticare il magico Parco Spurgazzi, sede di cene a tema (organizzate dalla Pro Loco) e di spettacoli. Un tendone ed un palco ospiteranno i tanti momenti di intrattenimento dedicati a grandi e piccini, e a precederli ancora una volta, il venerdì sera, la sfilata di apertura della manifestazione, aperta dalla Banda Musicale di Caluso che nata nel 1817 quest’anno festeggia il bicentenario dalla sua fondazione.

Associazione Primo Contatto definitivo 700X100
Allianz 2 modifica jpeg

A parlare di musica saranno anche gli allestimenti dei carri che Rioni e Frazioni porteranno in scena la domenica pomeriggio, accompagnati da ocarine, trombe, cornamuse e momenti di intrattenimento che si concluderanno il lunedì sera con la sfilata in notturna e la premiazione del miglior carro, mentre a differenza delle edizioni passate la proclamazione del vincitore del Palio avverrà la domenica pomeriggio a conclusione dei giochi. E un occhio di riguardo va alla Regina della Festa, la Ninfa Albaluce, che la domenica mattina, dal balcone di piazza Ubertini, saluterà la folla giunta ad acclamarla. Sarà lei, per un anno a farsi portavoce del vino Erbaluce oltre il territorio.

Monalisa Ozegna 700×100 2
Monalisa Ozegna ok 700×100
Banner_730x100
Original Marines
mafish nuovo 730×100

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here