TORINO – È accaduto tutto in una manciata di minuti.

Nel primo pomeriggio di sabato 15 luglio, un cittadino italiano ottantaduenne stava percorrendo a piedi un tratto di via Di Nanni in direzione di Piazza Adriano quando, all’altezza del negozio di abbigliamento OVS, al civico 73 della via, è stato fulmineamente avvicinato ed aggredito da due cittadini stranieri che, dopo averlo malmenato, gli hanno strappato dal collo la collana in oro e sono fuggiti.

Poco distante, un complice li stava attendendo a bordo di una Fiat Grande Punto. Una commessa del negozio che aveva assistito alla scena ha prestato immediatamente soccorso alla vittima, che era ferita al volto ed al collo e versava in stato confusionale e che, probabilmente per lo shock subito, si rifiutava di attendere l’arrivo della pattuglia della Squadra Volante, dicendo di voler tornare immediatamente a casa.

Advertising App ON 2

Indagini serrate condotte dagli uomini del Commissariato San Paolo, con il coordinamento della locale Procura della Repubblica, a partire dalle testimonianze raccolte e dalle immagini estrapolate dal circuito di videosorveglianza dell’OVS, hanno condotto, in un primo momento, all’individuazione ed al fermo di Anass Ouahmane, cittadino ventisettenne di origine marocchina, senza fissa dimora sul territorio nazionale, già colpito da un decreto di espulsione; il giovane è stato rintracciato dagli agenti del Commissariato in un alloggio a Volpiano, ultimo luogo noto di frequentazione. La perquisizione ha consentito il ritrovamento degli indumenti utilizzati il giorno della rapina.

Nonostante la vittima non si sia mai recata presso gli uffici di Polizia per denunciare il fatto, è stata tuttavia rintracciata nei giorni successivi dai poliziotti; l’uomo ha riconosciuto senza ombra di dubbio anche il secondo partecipante alla rapina, Issam Hamounti, un cittadino trentaquattrenne marocchino, pluripregiudicato per reati analoghi, individuato dagli investigatori, grazie all’incrocio di alcuni dati, presso l’alloggio di un’amica, e sottoposto a fermo di indiziato di delitto lo scorso 28 luglio.

Associazione Primo Contatto definitivo 700X100
Allianz 2 modifica jpeg

Anche a suo carico sono stati rinvenuti, nell’alloggio in questione, gli indumenti indossati durante la commissione del reato.

Sono in corso accertamenti per l’individuazione del terzo complice della rapina. La Polizia di Stato richiede la fattiva collaborazione di tutti i cittadini per verificare se alle persone fermate possano ricondursi altre rapine operate con le stesse modalità.

Monalisa Ozegna 700×100 2
Monalisa Ozegna ok 700×100
Banner_730x100
Original Marines
mafish nuovo 730×100

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here