martedì 19 Gennaio 2021

BAIRO – Festeggiato “Lino il cantoniere”: in pensione dopo 36 anni di lavoro (FOTO E VIDEO)

 

BAIRO – Breve cerimonia in onore di Lino Medaina, ieri sera, venerdì 29 luglio, presso la sala consigliare del Comune di Bairo in chiusura della seduta di consiglio.

Lino, cantoniere del comune, dopo 36 anni di lavoro va in pensione. Il sindaco Claudio Succio ha sottolineato: «Voglio ringraziarlo perchè ha dato tutto sè stesso per il paese. Non vedo Lino come il dipendente, ma come il mentore con il compito di preservare il territorio, compito che deve essere veicolato alle future generazioni. Grazie.»
A ringraziarlo anche il capogruppo di minoranza Danilo Sassoè Pognetto, che ha ricordato il lavoro portato avanti insieme.

[su_slider source=”media: 99248″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

“Grazie per la dedizione e condivisione di questi anni….sarai sempre il nostro “Lino al cantunìe”, questa la scritta riportata sulla targa donata dall’Amministrazione Comunale.

I festeggiamenti sono proseguiti il giorno successivo, durante il pranzo, a chiusura della prima giornata ecologica. Il figlio del cantoniere, il consigliere Stiv Medaina, ha letto una poesia a lui dedicata dal Sindaco, dagli amministratori e dai dipendenti comunali:

“Caro amico cantoniere….il nostro saluto in rima ti vogliamo far sapere ed augurarti con grande emozione di goderti la vita…ora che sei in pensione!
Sembrava non dovessero passare questi lunghi anni in Comune a Bairo a lavorare e invece il tempo scorre velocemente per chi prende la vita col sorriso e allegramente.
Pochi mesi insieme abbiamo collaborato, ma il tuo operato è stato molto apprezzato; se in futuro qualcosa ti dovesse preoccupare su di noi potrai sempre contare, perchè un’amicizia leale, sappiamo tutti quanto vale!
E se non sarai impiegato in qualche attività, il Sindaco Claudio sicuramente ci penserà, il lavoro non ti farà mancare, ma sul rimborso non ci contare…
Con un pizzico di invidia e un po’ di malinconia, anche il nostro amico cantoniere se ne va via, son tempi duri per noi amministratori, chi penserà a tutti i lavori?
Un grazie di tutto, doveroso, davvero ci viene dal cuore in modo sincero. 
Un affettuoso abbraccio, un dolce pensiero da tutto il paese intero! I nostri migliori Auguri!”

La poesia è stata accompagnata da un regalo gogliardico: un paio di stivali di gomma, di guanti da lavoro, un rastrellino e una zappetta.

[su_slider source=”media: 110138,119356″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

GUARDA IL VIDEO

GUARDA LE FOTO


[su_slider source=”media:109265,109272″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

[su_slider source=”media: 100996,100993,116078″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

Leggi anche...