BAIRO – A Bairo per iniziativa di un imprenditore agricolo, Luciano Bortolamai , proprietario del Circolo Ippico Equin’Ozio, è ritornata la coltivazione della canapa varietà sativa.

Insieme al consigliere di Bairo, Antonio Rizzati, che ha seminato a canapa circa un ettaro di sua proprietà, Bortolamai intende promuovere le colture alternative come la canapa nel territorio di Bairo a forte vocazione agricola.

La canapa può offrire una valida alternativa alle solite colture come i cereali e ha il vantaggio non indifferente di essere una pianta rustica e di non avere necessità di trattamenti fitosanitari, oltre ad avere la proprietà di bonificare i terreni inquinati e di rilasciare sostanze utili alle altre colture.

Advertising App ON 2

L’investimento consiste nel mettere a disposizione il terreno per la coltura, nell’acquisto dei semi e nell’annaffiatura iniziale. Sarà poi l’azienda, dove si sono acquistati i semi, a provvedere alla piantagione e alla raccolta (90 giorni dopo), e pagare l’agricoltore per il raccolto prodotto.

L’impiego è molto vario: si passa dall’utilizzo alimentare, alla realizzazione di tappeti, borse, e persino cruscotti per autovetture.

Banner_730x100
Original Marines
mafish nuovo 730×100

Per promuovere la reintroduzione della canapa e della coltura della nocciola Piemonte Igp, il Comune di Bairo organizza per mercoledì 19 luglio, alle 21, presso sala Santa Marta, un incontro con esperti del settore, per chi è interessato a capire quali opportunità possono derivare da nuove colture che ormai in numerose altre regioni italiane rappresentano valide alternative a quelle tradizionali.

Saranno presenti alla serata, oltre agli esperti del settore, il Sindaco di Bairo Claudio Succio e Roberto Revello titolare della GreenItaly.

Monalisa Ozegna 700×100 2
Monalisa Ozegna ok 700×100

GUARDA IL VIDEO


Associazione Primo Contatto definitivo 700X100

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here