TORINO – Il neo assessore Alberto Unia, ha ascoltato ieri sera i residenti scesi per l’ennesima volta in strada per protestare contro i fumi provenienti dai campi nomadi.

Un gruppo di comitati spontanei,assieme ai figli di Oreste Giagnotto, si sono recati nei vicini campi nomadi per sfogare la loro rabbia con le forze dell’ordine e con l’assessore all’ambiente, appunto Unia, che si è fermato a lungo ad ascoltare le loro rimostranze. Unia è uno dei volti politici del M5S torinese, da molti anni  attivo sulla problematica dei campi rom.

Advertising App ON 2

Tra le su battaglie c’è appunto  la grave situazione dei fumi sprigionati dai roghi messi in atto dai nomadi, una delle piaghe della città, soprattutto per chi vive nella zona di via Germagnano.

«C’è massima attenzione al problema – afferma Unia – stiamo chiudendo il regolamento e il 24 luglio saremo in consiglio aperto per discutere su questa delicata questione  che sta raggiungendo livelli drammatici a causa di un abbandono e di una incapacità di risoluzione del problema nel corso degli anni.»

Associazione Primo Contatto definitivo 700X100

GUARDA LE FOTO

Monalisa Ozegna 700×100 2
Monalisa Ozegna ok 700×100
Banner_730x100
Original Marines
mafish nuovo 730×100

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here