RALLY – “Appena pubblicano il calendario delle gare, cerco la data del Rally di Alba e me lo segno in agenda. Quello è il punto fermo della mia stagione”.

Advertising App ON 2

Monica Caramellino si prepara alle speciali distese sulle colline della Langa, con il solito entusiasmo. “Di più, direi ancora di più. Ho disputato tutte le edizioni del Rally di Alba 2.0, quello ricreato un paio di anni fa dal nuovo staff organizzativo, riproposto nel 2015 dopo sette anni di stop. Per me quella fu una gara importante perché sancì il passaggio dalla Mini Racing Start, con cui avevo corso fino a quel momento, alla Peugeot 208 R2 che è diventata la vettura con la quale ho disputato il maggior numero di gare e che mi ha regalato belle soddisfazioni. Proprio a partire dall’Alba 2015”.

Ma non ci sono solo motivi sentimentali a far amare il Rally di Alba alla pilotessa canavesana. “Se fosse una gara organizzata male, con prove speciali brutte o insignificanti non potrei amarla; anche se ho molti ricordi dedicata a lei. Il Rally di Alba mi piace perché è una gara organizzata perfettamente, con una location di partenza e arrivo di grande impatto scenografico come Piazza Ferrero, uno dei punti più affollati e turistici della capitale della Langa. Ma non basta.

Anche la scenografia di partenza ed arrivo è curata nei minimi dettagli per far sì che concorrenti e spettatori vivano questi momenti di festa con grande partecipazione”. Anche questo non è però sufficiente perché il momento clou dei rally viene vissuto in prova speciale. “E le prove speciali del Rally di Alba soddisfano tutta la voglia di correre per un pilota. C’è di tutto. Dal veloce, allo sporco, dal molto tecnico al punto in cui porti la vettura a limitatore con il cuore che batte fortissimo in gola. Sono prove che richiedono grande concentrazione dal primo all’ultimo metro e capacità di reazione a eventuali imprevisti che possono presentarsi con il cambiare delle condizioni del fondo stradale.

Associazione Primo Contatto definitivo 700X100

E questa è l’essenza dei rally, una modalità di correre che non concede un attimo di monotonia”. Monica Caramellino, dopo le ricognizioni di domenica scorsa, precisa: “Le prove sono nominalmente quelle della scorsa edizione, ma gli organizzatori per rendere più interessante il percorso, hanno cambiato qualcosina su ogni prova, e ciò ha significato rivedere tutto da capo. Non c’è una prova che mi piace più delle altre. Anzi. Direi che non c’è una prova che mi piace meno delle altre, perché le trovo tutte estremamente avvincenti”.

Per l’edizione 2017 del Rally di Alba Monica Caramellino avrà nuovamente a disposizione la Peugeot 208 R2B gommata Michelin. “Fare risultato al Rally di Alba è veramente un’impresa. Anche quest’anno mi aspetto un elenco iscritti molto lungo e soprattutto molto agguerrito. E la Classe R2B sarà sicuramente una delle più toste di tutta la gara visti gli equipaggi che certamente si sono iscritti alla gara. Ma io non mi preoccupo. La mia filosofia è quella di cercare di essere costantemente più veloce di quanto lo sono stata finora. Certo sarebbe bellissimo festeggiare un terzo posto di Classe R2B come accadde nel 2015, ma quasi sicuramente nella prossima edizione ci sarà un elenco partenti ancora più lungo e competitivo degli anni scorsi. Ma questo è il bello della competizione. Confrontarsi prima con sé stessi e poi con gli avversari, possibilmente bravi”.

Monalisa Ozegna 700×100 2
Monalisa Ozegna ok 700×100

A fianco di Monica Caramellino tornerà la navigatrice savonese Camilla Gallese, con cui ha disputato l’Alba 2015 (fu la loro prima gara insieme) e che ha navigato l’ultima volta la portacolori della Turismotor’s alla Ronde Vedovati dell’inverno scorso a Monza. “È la dodicesima gara con Camilla, perciò posso affermare con certezza che siamo un team affiatato che funziona. Partiamo per Alba con la voglia di far bene confortata anche dal buon risultato ottenuto a fine aprile al Rally Tartufo dove ho concluso 32esima assoluta e quinta di Classe R2B, nonostante un momento di stanchezza nella fase centrale della gara. Ad Asti il risultato è stato positivo e mi sono divertita parecchio. Ad Alba cercherò di fare meglio”.

Il Rally di Alba 2017 si svolgerà sabato 17 e domenica 18 giugno. La gara scatterà da Piazza Michele Ferrero (Alba) alle 19.54 di sabato sera, per affrontare immediatamente i 2,60 km della Prova Spettacolo (ore 20.30). I concorrenti si fermeranno poi per il riordino notturno in Piazza Medford, dalla quale usciranno domenica mattina alle ore 7.30 per affrontare i due passaggi sulla speciale di Roddino (km 14,36), Igliano (km 18.47) e Murazzano (km 13,59) oltre ad un nuovo passaggio sulla prova spettacolo di Alba. I parchi riordino ed assistenza si trovano in Piazza Medford ad Alba, mentre l’arrivo del primo concorrente è previsto per le ore 17.45 in Piazza San Paolo. Il rally di Alba 2017 misura 357,19 km di 96.79 di prova speciale.

Banner_730x100
Original Marines
mafish orizzontale
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here