giovedì 13 Maggio 2021
giovedì, Maggio 13, 2021
spot_img

CASTELLAMONTE – Grandi emozioni per il concerto: “Dal Romanticismo al ‘900” (FOTO e VIDEO)

CASTELLAMONTE – L’Associazione Concertistica Castellamonte, in collaborazione con l’Associazione Filarmonica, con l’Armonica Mente Insieme Onlus, con il patrocinio della Regione Piemonte, della Città Metropolitana di Torino, della Città di Castellamonte, dell’Arbaga Piemontese, con il contributo della Fondazione CRT, ha presentato domenica 30 aprile il quarto Concerto di Primavera: “Dal Romanticismo al ‘900”.

[su_slider source=”media: 99248″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

Protagonisti della serata sono stati Emanuele Fontan al clarinetto e Marianna di Costanzo al pianoforte: due giovani musicisti che stanno completando il loro percorso di studi presso il Conservatorio di Aosta.

Il repertorio proposto voleva rappresentare la musica da camera “colta” che si proponeva tra il romanticismo europeo dell’800 e la musica avanguardista europea ed americana del ‘900.
Nella prima parte sono stati proposti capolavori del romanticismo tedesco come i “Fantasiestücke” di Schumann, un notturno ed una mazurka di Chopin con un assaggio di musica francese dato dalla “Canzonetta” di Pierné.

Assai più briosa la seconda parte con le Sonate di Francis Poulenc, con musicalità fortemente influenzate dal dadaismo, espressionismo ed altri stili a volte malinconici a volte umoristici della musica del ‘900.Per coronare la musica “colta” del ‘900 non potevano mancare i “Tre pezzi per clarinetto solo” di Stravinsky.

[su_slider source=”media: 110138″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

A chiusura del concerto sono stati proposti arrangiamenti di alcuni brani di George Gershwin, fortemente apprezzati dal numeroso pubblico presente in sala.
Per rendere ancor più interessante l’ascolto, il concerto è stato presentato dalla professoressa Donatella Meneghini, vice preside del Conservatorio di Aosta, la quale ha saputo spiegare lo stile caratterizzante di ogni brano proponendo collegamenti al periodo storico in cui sono stati composti.

Durante la serata il presidente dell’Associazione Filarmonica ha presentato l’iniziativa di raccolta fondi per l’acquisto di strumenti musicali destinati all’Istituto comprensivo Strampelli di Castelraimondo, le cui scuole sono state gravemente danneggiate dal terremoto marchigiano e tutti i presenti hanno contribuito sottolineando l’importanza di portare aiuto soprattutto ai bambini di quelle terre.

L’Assessore alla Cultura del Comune di Castellamonte Nella Falletti ha ritenuto meritevole tale iniziativa e ha voluto parteciparvi destinandole i fondi recentemente raccolti nel corso di una serata teatrale.

L’Associazione Filarmonica ha integrato le offerte raccolte e giovedì 04 maggio a Fermo, nei pressi di Ancona, Giacomo Spiller ha incontrato e consegnato 500,00 euro direttamente nelle mani dell’insegnante Laura Fermanelli, docente riconosciuta a livello nazionale nel settore della propedeutica musicale, in forze proprio nel comprensorio marchigiano dove i bambini devono essere aiutati, anche attraverso la musica, a superare lo schock del terremoto.

[su_slider source=”media: 109265,109272″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

GUARDA IL VIDEO

[su_slider source=”media: 100996,100993,100995″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

GUARDA LE FOTO

Leggi anche...

spot_img
spot_img
spot_img