di Alessandra Hropich scrittrice per Bibliotheka Edizioni e You Can Print (www.youcanprint.it)

Raccontaci qualcosa di te?

Risposta: Ho seguito la mia passione per l’Arte trasmessa da mia madre fin da bambino a Ravenna e per prima cosa la musica, sognavo di diventare direttore d’Orchestra poi, mentre studiavo al liceo, ho iniziato a prepararmi frequentando i corsi di recitazione di Gianni Diotaiuti alla ‘Scaletta’ di Roma e ho iniziato a fare esperienze teatrali che mi hanno portato al Spoleto Festival dove mi sono nutrito di molte forme d’Arte al tempo della direzione del grande maestro Giancarlo Menotti e, con il critico d’arte Franca Calzavacca, ho collaborato per mostre d’Arte come operatore estetico continuando a fare l’attore. Dall’incontro con Paolo Coccheri ‘vecchio teatrante fiorentino’ come si definisce lui, ideatore delle ‘Ronde di Solidarieta’ in tutta Italia, ho deciso di fare vivere a Roma la ‘Ronda della Solidarieta’  ( arte e sociale) iniziata a giugno 2010 con le colazioni di piazza Mastai formata da 2 gruppi di volontari e di seguito altri 2 gruppi operanti la sera al Foro Traiano . Mi sono dedicato totalmente alla Associazione sospendendo le mie varie attività ma ho ripreso il teatro proprio con gli assistiti ‘senza tetto ‘ che noi chiamiamo “Amici di strada” partecipando allo spettacolo teatrale ‘La colpa ‘ di Marco Carlaccini per 2 stagioni teatrali.

Da dove nasce la tua passione per il Sociale?

Risposta: Sempre avuta…., fin da bambino, trasmessa da mia madre che è venuta a mancare proprio nel 2010 mentre rinasceva a Roma la ‘Ronda ‘ in sua memoria ricordando il bambino che portava i suoi giocattoli a S.Teresa del Bambino Gesù a Ravenna tipo Cottolengo e Don Guanella a Roma dove ci sono bambini e adulti con disagio, ‘ gli sfortunati’, come dicevo da bambino.

Advertising App ON 2

Cosa ti rende felice?

Risposta: Mi piaceva ed ancora mi piace donare …come dici tu nel tuo libro …la felicità in modo disinteressato e questo mi fa felice !!!

Dove ha luogo la Ronda della solidarietà?

Risposta: Come dicevo la Ronda è nata in molte città d’Italia dall’idea di Paolo Coccheri attore – regista di Firenze dove ha fondato la prima Ronda 25 anni fa lui ha dato il nome ‘contestato ‘…Paolo ha 80 anni ma ricorda non solo il termine militare di espezionare ma la rivista culturale di tanti anni fa . Dall’incontro con Paolo a Roma e con alcune persone, tra cui io, che si sono trovate abbandonate e tradite dalla famiglia, si sono unite e hanno condiviso il loro disagio trasformandolo in un momento di solidarieta’ con chi viveva la stessa sventura ritrovandosi insieme a condividere la colazione e ancora oggi c’è ogni volta lo stesso spirito di reciproco mutuo soccorso. Ritrovarsi ogni volta è una gioia pur con i tanti gravi problemi !!! Oggi siamo tantissimi ed è sempre più complicato portare avanti in modo laico ed indipendente questa missione ma…continua !!!

 

contatto-definitivo

 

Per concludere, cosa ti senti di consigliare a chi soffre o é senzatetto oppure vive un momento di sconforto?

Risposta: Di non non buttarsi via ma reagire con forza e coraggio per riprendere la propria vita al meglio anche se il tutto è strutturato affinchè tu accetti in modo rassegnato la tua fine!!!

Questa rassegnazione, mi sembra di capire, ti disturba molto!

Risposta: La più grande ingiustizia è vedere che c’ è qualcuno che, per sentirsi vivo e potente, ha bisogno di togliere la vita ad un altro !!! Questi individui sono MOSTRI !!!

Monalisa Ozegna 700×100 2
Monalisa Ozegna ok 700×100
Banner_730x100
Original Marines
mafish orizzontale

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here