VENARIA REALE – Arrivava dalla Sardegna con moglie per portare la figlia di dieci anni a vedere il Concerto Benji & Fede al Teatro Concordia, ma ha dimenticato i biglietti in Sardegna.

Giancarlo Sunda, resosi conto di averli scordati quando già era arrivato a Venaria, cerca di trovare una soluzione senza dire nulla alla figlia: chiamare Ticket One dove li ha acquistati.

Ecco il suo racconto:

“Dopo i mille risultati positivi di mia figlia e nonostante, come la maggior parte delle famiglie non navighi nell’oro, acquisto 2 biglietti per il concerto di Torino del 24 Aprile. Non due biglietti normali ma Early Entry, perchè mia figlia voleva essere sicura di poter vedere i suoi beniamini da vicino. Messa insieme la famiglia siamo partiti alla volta di Torino io Giulia e mamma che la accompagnerà ovviamente al Concerto visto che Giulia è una bambina di 10 anni.
Arrivati a Torino mi accorgo di aver dimenticato i biglietti a casa, e ovviamente nascondo il tutto a mia figlia, provate ad immaginare cosa significherebbe per lei sapere che non potrà vedere i propri “idoli?”

Advertising App ON 2

Quindi, dopo aver reperito copia della ricevuta e la foto dei biglietti chiamo Ticket One. Due Euro al minuto compresa la musica di attesa prima di parlare con l’operatore di turno. Dopo aver parlato con una operatrice e richiesto un contatto da parte dell’amministrazione, mi sento dire che mi sarebbe stata inviata una mail con le informazioni dettagliate.
Dopo aver subito il “furto telefonico” e l’abbandono da parte dei responsabili di Ticket One decido di inviare un messaggio su Messenger direttamente nella pagina Social di Beniamino e Federico, ovviamente ad oggi non ho ancora avuto nessuna risposta, si certo ma io chi sono per pretendere che questi dei del Marketing possano rispondermi….
A seguito del mio contatto mi viene confermato che i biglietti da me regolarmente acquistati con una carta di credito e con tanto di ricevuta sono solo carta straccia e che senza il possesso del titolo non posso far nulla, chiaramente la mail è la solita alla quale è impossibile rispondere….

Interrotta la vacanza e abbandonate moglie e figlia nei musei mi reco presso il luogo dell’evento e chiedo di parlare con un responsabile. Una ragazzina che non essendo genitore non potrebbe mai capire quanto sono arrabbiato con me per aver scordato i biglietti, e con l’organizzazione per avermi trattato da idiota con i gorilla della security che si preoccupano solo di allontanarmi dalla folla e per questo chiamano le forze dell’ordine, sembro un delinquente, ma sono solo un genitore, stanco preoccupato e in pessimo stato, che è costretto, accompagnato dai carabinieri perchè non si regge in piedi, a farsi controllare in ambulanza visto che ha 190/120 di pressione e 140 battiti.

adver concordia
Monalisa Ozegna 700×100 2
Monalisa Ozegna ok 700×100
Mentre sono ancora in ambulanza – prosegue Sunda – e rifiuto il ricovero perchè devo tornare da mia figlia, si avvicina un responsabile che chiede il mio numero di telefono promettendo un ricontatto al fine di sistemare la situazione.

Dopo aver atteso inutilmente la chiamata di questo pseudo responsabile arrivo all’evento consapevole che se ci sono dovrò acquistare dei nuovi biglietti, chi mi trovo davanti… La stessa ragazzina che diceva di essere la responsabile mi dice che non possono farci nulla e che per due biglietti sono 50 Euro, gli rispondo che vorrei gli stessi biglietti che gli permettano di poter entrare prima ma non sono più disponibili. Lascio mia figlia in lacrime con mia moglie, il suo sogno è stato infranto grazie alla freddezza ed all’incapacità di gestione di chi dovrebbe tutelare l’immagine dei due artisti.”

Banner_730x100
Original Marines
mafish orizzontale

Secondo la direzione del Concordia, l’uomo è arrivato dando in escandescenza, insultando e con un atteggiamento violento, nonostante loro volessero trovare una soluzione (non facile per via della Siae che impone la presenza del biglietto), per questo sono stati chiamati i Carabinieri che hanno confermato l’atteggiamento dell’uomo descritto dalla direzione.

contatto

Tutto questo mentre fuori dal Teatro, ad intrattenere i giovanissimi in attesa dell’apertura dei cancelli per il secondo appuntamento, sold out, con Benji e Fede, c’era l’idolo dei teenager il ventunenne di Strambino Gabriel Zanaga. Il giovane rappresenta assieme a Favij di Borgaro, l’ultima generazione di youtuber che fanno impazzire i giovani.

GUARDA IL VIDEO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here