giovedì 22 Aprile 2021

RIVAROLO CANAVESE – In consiglio, tari e mercati agricoli (VIDEO)

Botta e risposta tra Vittone e Diemoz

 

RIVAROLO CANAVESE – Tra gli argomenti all’ordine del giorno della seduta di consiglio che si è tenuta ieri, la determinazione della Tari per l’anno 2017.

A spiegare il punto l’assessore Francesco Diemoz, che ha sottolineato che la tari è rimasta invariata rispetto l’anno scorso. Unica novità introdotto, senza costi aggiuntivi, una persona che la domenica mattina si occupa di svuotare i cestini nel centro storico e faccia una revisione dei parchi gioco e del parco del Castello Malgrà.

Il consigliere di Rivarolo Sostenibile, Marina Vittone, oltre a rimarcare il fatto che non si riesca ad avere il piano approvato dal CCA prima di portare l’argomento in consiglio, ha chiesto qualche delucidazione in più circa la scelta di ripartizione dei coefficienti tra utenze domestiche e utenze commerciali.

«Spostando anche solo un punto si avrebbe un aumento considerevole, essendo in numero minore, per le utenze commerciali – ha risposto l’assessore Diemoz, dopo aver concordato con lei sul fatto che il CCA non riesca mai ad approvare prima il piano – e in questo momento di crisi davvero non mi è sembrato il caso di pesare di più sulle attività commerciali.»

Un altro argomento collegato, saltato fuori durante la discussione, riguardava il lavaggio dei bidoni. La giunta ha sottolineato non essere inserito nella convenzione, quindi, si tratta di un servizio che Teknoservice svolge solo su richiesta del cittadino.
[su_slider source=”media: 99248″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

L’unica interrogazione della seduta è stata presentata da Marina Vittone e riguardava i mercati agricoli, in particolare quello di Campagna Amica che si tiene il venerdì in piazza Litisetto e quello di frazione Argentera, al quale ormai partecipano soltanto più due banchi.

Nell’interrogazione si chiedeva “all’Assessore al commercio quali siano le strategie di promozione e sviluppo e le iniziative concrete che l’Amministrazione intende adottare, con risorse proprie, per favorire lo sviluppo di una politica di valorizzazione delle tipicità locali e della filiera corta”.
[su_slider source=”media: 99550″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

A rispondere l’assessore Claudio Leone, la cui unica proposta di valorizzazione è stata la Fiera del Canavese. Poi, spostando l’attenzione sui mercati delle frazioni, ha affermato: «A Vesignano purtroppo non c’è più perchè gli ambulanti non erano più interessati. All’Argentera sono rimasti due temerari che cercheremo di aiutare nonché di incentivare l’ampliamento del mercato. Per quanto riguarda Campagna Amica stiamo valutando con loro uno spostamento di zona e forse anche di giorno della settimana in cui si tiene. Infine per quanto riguarda la valorizzazione, siamo disponibili a proposte che però non sono mai arrivate.»

[su_slider source=”media: 100996,100993,100995″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

«Una risposta disarmante – l’ha aggettivata Vittone – che va a rimarcare chiaramente la mancanza assoluta di proposte. Questa è la “politica del disarmo” dove si attende che siano gli altri a muoversi. Non c’è progettualità.»

GUARDA IL VIDEO

Leggi anche...

spot_img