venerdì 16 Aprile 2021

CALUSO – Martinetti: cerimonia toccante in memoria delle vittime di mafia

Organizzato dallo staff di Presidenza, in collaborazione con Libera Piemonte

 

CALUSO – Il liceo Martinetti ha partecipato attivamente, il 21 marzo, giornata dedicata alla memoria delle vittime innocenti di mafia e all’impegno della società civile che si mobilita per contrastare il fenomeno mafioso, con una toccante commemorazione delle oltre 900 vittime delle mafie italiane, cadute per difendere giustizia e libertà dagli anni ’20 fino ai giorni nostri.

Organizzato dallo staff di Presidenza, in collaborazione con Libera Piemonte con cui l’Istituto collabora da anni, l’evento si è tenuto alla presenza delle circa 20 classi che vi hanno aderito con i loro insegnanti.

Gli alunni Elena Actis Crosso, Giulia Chelin e Fabrizio Armano, coordinatori della componente studentesca, insieme ad un esponente per classe, hanno dato voce ad alcune vittime di mafia, dal Generale Dalla Chiesa, a Paolo Borsellino, Emanuela Loi (unica donna agente in servizio morta per mano mafiosa), giornalisti come Peppino Impastato, uomini di Chiesa come don Pino Puglisi, ora Beato, leggendo passi che ne hanno ripercorso la vita e l’impegno a favore di una società sana, giusta, in nome di quella legalità che queste donne e questi uomini ci hanno lasciato come testamento spirituale.

Una cerimonia sobria ma toccante, che ha saputo scuotere le coscienze, esattamente come don Luigi Ciotti, fondatore di Libera, chiede che debba essere.

[su_slider source=”media: 99248″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

[su_slider source=”media: 99550″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

[su_slider source=”media: 100996,100993,100995″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

Leggi anche...

spot_img