giovedì 22 Aprile 2021

VENARIA REALE – Cerimonia di benemerenza per l’Aves Toro (FOTO E VIDEO)

L'amministrazione ha ringraziato pubblicamente il 34° Gruppo Squadroni Aviazione dell’Esercito “Toro”

VENARIA REALE – Ieri, martedì 7 marzo, presso la sala consigliare del comune di venaria reale si è tenuta la cerimonia di benemerenza al 34° Gruppo Squadroni Aviazione dell’Esercito “Toro”.

Presente l’amministra zione Comunale che ha ringraziato l’Aves Toro per l’intervento e l’aiuto immediato in soccorso di numerose famiglie piemontesi duramente colpite durante le alluvioni del mese di novembre 1994, del mese di  ottobre  2000 e nello scorso mese di novembre 2016.

Il 34°Gruppo ha sede presso l’Aeroporto, situato in via Sapino, intitolato a Mario Santi, Ufficiale d’Artiglieria distintosi e insignito di medaglia di Bronzo e di 2 medaglie d’Argento al Valore Militare, caduto durante un’azione, quando i tedeschi in ritirata fecero saltare in aria la palazzina comando.

Si tratta del più antico aeroporto militare che in molti si auspicano rimanga a Venaria. Visto che più volte si era parlato di chiusura, “cura dimagrante” che il governo Monti aveva imposto all’Italia.

Per Venaria Reale sarebbe un durissimo colpo alla storia della Città. La presenza del “Mario Santi” è solo una pietra miliare dell’aeronautica, sempre da Venaria il giugno del 1909 Mario Faccioli si librò in volo sul primo aereo interamente progettato e costruito dall’ingegner Aristide Faccioli. Il volo sperimentale, riuscito con successo avvenne sulla piazza d’armi del 5° artiglieria sotto lo sguardo entusiasta del “poeta soldato” Gabriele D’Annunzio. Da allora il legame di Venaria Reale e l’Arma dell’aria non si è mai più interrotto.

[su_slider source=”media: 99248″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

Divenuto poi campo volo, prima dell’aeronautica leggera Esercito poi Cavalleria dell’aria, certo il glorioso campo non pensava di incappare in un provvedimento legislativo questa volta ben più devastante delle bombe tedesche per il futuro del campo volo. Certo le avvisaglie si erano avute. Questo Stato che è, a intermittenza e solo in alcuni settori, senza soldi ed ora si appresta a sopprimere anche il Nizza Cavalleria fondato nel 1600, non mise in condizione di poter effettuare l’Epifania, una simpatica manifestazione che portava al Mario Santi centinaia di bambini.

[su_slider source=”media: 99550″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

Un colpo di spugna ora si appresta a cancellare una pagina gloriosa, non solo in operazioni militari ma anche in operazioni di soccorso civile per popolazioni colpite da terremoti o altre calamità naturali. Questo il motivo principale delle esercitazioni notturne che avevano fatto storcere il naso a qualche cittadino. Lo squadrone elicotteri inoltre  è costantemente impegnato in operazioni di protezione civile e di recupero di alpinisti in montagna. Una presenza rassicurante ed insostituibile visto che nel nord ovest non esistono realtà simili.

Una importante sede strategica , infatti se l’Aves Toro dovrebbe chiudere la base tutta l’Italia nord ovest resterà senza il supporto elicotteristi , mettendo a rischio i servizi di protezione civile oltre ai voli notturni per le emergenze sanitarie.

[su_slider source=”media: 102221″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

GUARDA IL VIDEO

GUARDA LE FOTO

 

[su_slider source=”media: 100996,100993,100995″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

Leggi anche...

spot_img