MAPPANO – Con l’estinzione del ricorso al Tar da parte di Settimo Torinese, Mappano è nuovamente Comune.

Il Tavolo tecnico di lavoro, presieduto dalla Città Metropolitana di Torino, ha concluso i propri lavori volti a determinare i rapporti giuridici conseguenti all’istituzione di questo nuovo ente locale, ma restano da sciogliere non pochi nodi. In attesa della nomina del commissario panorama-mappanoprefettizio per arrivare alle elezioni, i sindaci di Borgaro, Caselle, Leini e Settimo, sono stati ricevuti in Consiglio regionale, dove hanno esposto le loro valutazioni.

Qui hanno ribadito come dalle valutazioni conclusive dell’iter emerga un quadro di preoccupante criticità, con significativi squilibri per la gestione corrente dei Comuni cedenti, con difficoltà connesse anche al trasferimento dei dipendenti, in una situazione generale di strutturale carenza di organico.

Si è infine fatto cenno anche alla protesta dell’Associazione piccole e medie imprese (Api), secondo cui cambiare Comune costerà circa 10 mila euro a ogni azienda. I sindaci hanno pertanto chiesto che, anche tramite il Consiglio regionale, si possa aprire un confronto istituzionale sulla questione.

[su_slider source=”media: 99248″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

[su_slider source=”media: 99550,100976″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

[su_slider source=”media: 100996,100993,100995″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here