domenica 18 Aprile 2021

VENARIA REALE – L’appello di una famiglia sfrattata; la replica dell’Avvocato (VIDEO)

Iustin Rusu: "Chiedo aiuto per avere un lavoro e una casa"; l'Avvocato Marco Novara: "Lo sfratto esecutivo era stato preannunciato ad ottobre". Sistemazione temporanea della famiglia Rusu, tramite l'ANTA - Nucleo Guardie Ambientali e dei volontari Protezione Civile "Le Aquile"

VENARIA REALE – Sfratto esecutivo per Iustin Rusu, sua moglie Elena e i tre figli minori (due gemelli di 14 anni e una di 12 anni), che vivevano dal 2008 in un alloggio di 26 metri quadri situato in via Gabriele D’Annunzio.

Iustin Rusu è arrivato dalla Romania nel 2008. Circa nove mesi fa ha perso il lavoro, unica fonte di sostegno per lui e la sua famiglia. Venerdì è stato reso esecutivo lo sfratto e così si sono trovati senza più un tetto sulla testa.

Rusu chiede quindi aiuto per uscire da questa situazione: un lavoro e una casa.

«Avevo anche ottenuto un prestito in banca – ha spiegato – che sono serviti per pagare gli affitti, ma poi i soldi sono finiti. Ho anche pagato la sostituzione della caldaia, eppure il proprietario non ne ha tenuto conto. Dal Tribunale mi hanno detto che non avrei dovuto farlo.»

Gianni Bagetto

Ad accoglierli e trovare loro una sistemazione provvisoria, l’ANTA – Nucleo Guardie Ambientali e dei volontari Protezione Civile “Le Aquile”, che a loro volta, attraverso la voce del presidente Gianni Bagetto, lanciano un appello di aiuto a sostegno della famiglia, alle varie associazioni umanitarie presenti sul territorio.

La famiglia Rusu risulta essere morosa dall’aprile del 2015, come ha spiegato l’Avvocato Marco Novara che ha curato la procedura di sfratto per conto del proprietario. «L’iter giudiziario ha

Avvocato Marco Novara

fatto il suo corso, e il signor Rusu ne era informato. Tra l’altro il Tribunale di Ivrea gli aveva concesso tre mesi di grazia entro i quali avrebbe dovuto o trovare un’altra sistemazione o pagare il debito, invece sono passati due anni e non ha trovato alcuna soluzione. L’ufficiale giudiziario si è recato da loro nel mese di ottobre 2016 per comunicare che a febbraio lo sfratto sarebbe diventato esecutivo. Quindi era al corrente di ciò che sarebbe accaduto.»

L’avvocato ha altresì precisato è stata rispettata la tutela dei minori, figli della coppia, e che spetta ai genitori trovare una degna soluzione: «Avevano il tempo per trovarla, ma non l’hanno fatto.»

GUARDA IL VIDEO

[su_slider source=”media: 99550,100976″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

[su_slider source=”media: 100996,100993,100995″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

Leggi anche...

spot_img