venerdì 16 Aprile 2021

PINEROLO – Manifestazione a Pinerolo: una soluzione per il fallimento PMT

Corteo dalle 9,30 con partenza dai cancelli PMT, arrivo in p.zza Facta

PINEROLO (TO) – “PMT è una storica azienda di Pinerolo (ex Beloit) con 180 dipendenti che produce e progetta macchine per la carta.

Circa dieci anni fa fu acquisita dalla famiglia Nugo da tre anni una quota della società è passata ai cinesi della CPMC. Crisi di mercato e successivo disimpegno dei cinesi ha fatto sì che i costi non fossero più sostenibili.

Il mercato delle macchine per la carta è in crisi ma PMT è nota per il suo valore industriale e per le professionalità impiegate.

Il 31 gennaio 2017 è stato dichiarato il fallimento della PMT ed era anche il termine ultimo per presentare offerte di acquisto.

Una sola offerta è stata fatta da parte della Papcel, azienda Ceca con una sede in Piemonte, che prevede il mantenimento di circa 70 posti su 180.

Attualmente stanno lavorando circa 42 lavoratori mentre i restanti 136 sono sospesi senza ammortizzatore sociale.

Abbiamo chiesto un incontro al Ministero del Lavoro affinché venga riconosciuta anche ai lavoratori sospesi la cassa integrazione straordinaria. A ora siamo in attesa dell’incontro.

La Manifestazione del 18 febbraio indetta dalle Organizzazioni Sindacali e che vedrà la partecipazione del Sindaco di Pinerolo de auspichiamo anche delle altre Amministrazioni Locali, del Vescovo di Pinerolo, di rappresentanti della Tavola Valdese, dell’Assessore al Lavoro della Regione nonché di tutta la cittadinanza pinerolese e del mondo politico territoriale ha due obiettivi:

1. unificare le forze politiche, sociali, sindacali e imprenditoriali per trovare una soluzione industriale con un acquirente credibile, vorremo poter aprire un confronto con Papcel al più presto

2. sempre con il contributo di tutte le forze politiche, sociali, sindacali ottenere al più presto l’incontro al Ministero del Lavoro per sapere se è possibile ottenere per i lavoratori sospesi la cassa integrazione straordinaria, unica modalità per evitare il licenziamento dei lavoratori e garantire un ammortizzatore sociale ancora legato all’azienda.”

Leggi anche...

spot_img