domenica 18 Aprile 2021

CUORGNÈ – Roggia di Oglianico in secca: centinaia di pesci morti (FOTO E VIDEO)

In corso le indagini per accertare le responsabilità

CUORGNÈ – Centinaia di pesci, soprattuto trote marmorate (specie protetta), morti.

È quanto sta accadendo nella roggia di Oglianico. A Cuorgnè, in località Trione, dove confluiscono i canali di Oglianico e Favria alimentati dall’Orco, questa mattina le guardie della Tutela Ambiente della Città Metropolitana di Torino e gli Agenti di Polizia Municipale di Cuorgnè hanno effettuato un sopralluogo.

A farle morire il fatto che la roggia è in secca. Dall’Orco, che è tra l’altro molto basso di livello, si è creato un insabbiamento dove si trova la paratoia, quindi, pur essendo aperta, l’acqua non riesce a scorrere. Il canale dell’ex Manifattura è chiuso (chiusura autorizzata), chiuse invece le altre paratoie sul comune di Favria e Oglianico, che dovrebbero invece essere aperte, in caso di carenza d’acqua, per evitare proprio questa problematica.

Al momento sono in corso le indagini da parte delle Guardie per accertare le responsabilità.

Un gran lavoro quello effettuato dalle Guardie Ambientali, anzi, “dalla” Guardia Ambientale, poiché, a coprire tutto il territorio che va fino alla Valle D’Aosta, alle valli Orco e Soana, alle Vaude e fino a Caluso, ne è rimasta una sola, perchè la Città Metropolitana non ha più effettuato assunzioni in conseguenza ai pensionamenti.

GUARDA IL VIDEO

GUARDA LE FOTO

Leggi anche...

spot_img