martedì 11 Maggio 2021

NIGERIA – Bombardato un campo profughi

Oltre un centinaio di feriti e una cinquantina di morti

NIGERIA – Almeno 120 persone sono rimaste ferite e 52 uccise nel bombardamento avvenuto ieri dall’esercito nigeriano nel campo sfollati di Rann in Nigeria.  

Il caccia dell’aeronautica era in missione contro postazioni degli integralisti islamici Boko Haram.

Tra i morti e feriti vi sono operatori umanitari e nigeriani che lavorano come medici per Medici senza Frontiere e per il Comitato internazionale della Croce Rossa

Foto di MSF

“Questo attacco di vaste proporzioni su persone vulnerabili già fuggite a un’estrema violenza è sconvolgente e inaccettabile – dichiara il dott. Jean-Clément Cabrol, direttore delle operazioni di Medici Senza Frontiere “ la sicurezza dei civili deve essere rispettata.

Chiediamo urgentemente a tutte le parti coinvolte di facilitare l’evacuazione medica via aerea e via terra dei sopravvissuti che hanno urgente necessità di cure mediche d’emergenza”.

MSF lavora in Nigeria dal 1971 ed è una delle poche organizzazioni ancora operative in alcune zone di difficile accesso.

Leggi anche...

spot_img
spot_img
spot_img