giovedì 6 Maggio 2021

NOLE CANAVESE – NAAA: adozioni internazionali, 104 i bambini accolti nel 2016

Numero di adozioni in calo, ma contenuto, rispetto al 2015

NOLE CANAVESE – Un calo rispetto ai dodici mesi precedenti c’è stato, ma contenuto.

Sono 104 i bambini adottati con il NAAA nel 2016, 9 in meno rispetto al 2015, quando erano stati 113. Ma dal 2002 ad oggi (eccezion fatta per il 2004, quando i minori arrivati in Italia furono 97), il NAAA ha sempre accolto oltre un centinaio di bimbi ogni anno. Praticamente immutato, invece, il numero delle nuove famiglie: sono 88 quelle che si sono formate nell’anno che si è appena concluso contro le 89 di quello antecedente, soltanto una in meno.

Un aspetto che evidenzia come il NAAA sia il secondo ente autorizzato in Italia, stando ai dati pubblicati sui rispettivi siti internet, per numero di coppie che hanno concluso l’adozione nel 2016. “Il risultato non è buono, ma ottimo – ammette la presidente Maria Teresa Maccanti – ancor di più se lo rapportiamo ai risultati ottenuti dagli altri principali enti autorizzati. Non abbiamo avuto una forte riduzione, anzi, nonostante la crisi i numeri sono praticamente gli stessi dello scorso anno. Un dato importante, dovuto soprattutto alle innovazioni che abbiamo promosso in questi periodi di difficoltà, penso ad esempio alla formazione on-line, oltre ad un accompagnamento sempre più attento delle coppie verso l’adozione. Merito va ovviamente all’alta professionalità del nostro personale, sia degli operatori che dei professionisti”.

Venendo al dettaglio dei Paesi in cui opera l’ente, il primato del 2016 spetta al Vietnam con 28 bambini, di cui 15 maschi e 13 femmine, accolti da altrettante famiglie, mentre al secondo posto c’è la Polonia con 26 minori, tra cui 12 maschi e 14 femmine, accolti da 16 coppie. Al terzo posto troviamo la Federazione Russa con 16 bambini, tra cui 11 maschi e 5 femmine, accolti da 15 famiglie.

Al quarto posto c’è la Cina con 11 minori, tra cui 6 maschi e 5 femmine, accolti da altrettante coppie, seguita dal Cile con 7 bambini tra cui 4 maschi e 3 femmine accolti da 4 famiglie. Torna, poi, anche la Repubblica Democratica del Congo, con 7 bambini accolti da 5 coppie. Troviamo poi ancora il Perù con 4 bambini, tutti maschi, accolti da altrettante famiglie, così come l’Ucraina, con tre maschi ed un femmina, accolti da altrettante coppie.

Chiude infine Haiti con 1 femminuccia, la prima arrivata dal Paese centroamericano con il NAAA. Nel 2016, inoltre, il NAAA ha aumentato la propria presenza su tutto il territorio nazionale e oggi conta 14 tra sedi e punti informativi: nel 2016, infatti, si è aggiunto anche l’ufficio di Catanzaro, in Calabria, che si va ad aggiungere alla nuova sede centrale di Nole (Piemonte), ed a Arconate (Lombardia), Trento (Trentino Alto Adige), Castelnuovo Magra (Liguria), Modena (Emilia Romagna), Urbino (Marche), Roma (Lazio), Napoli (Campania), Matera (Basilicata), Bari e San Giorgio Jonico (Puglia), Palermo (Sicilia) e Samugheo (Sardegna).

“Siamo soddisfatti di questo anno – conclude la responsabile Adozioni, la dottoressa Elisa Azeglio – i risultati ci confermano un ottimo lavoro di squadra in Italia e all’estero e ci spingono a puntare sempre verso adozioni di qualità”.

 

Leggi anche...

spot_img
spot_img
spot_img