martedì 15 Giugno 2021
martedì, Giugno 15, 2021
spot_img

TORINO – Regione Piemonte: per Chiamparino il 2017 sarà l’anno della svolta (FOTO)

Tra gli argomenti affrontati, il bilancio, l'uscita dal piano di rientro della sanità, i trasporti e il Patto per il Piemonte

TORINO – Il presidente Sergio Chiamparino e la giunta oggi hanno tirato le somme del 2016, durante la conferenza stampa di fine anno.

“Nel 2016 abbiamo rimesso la macchina regionale nelle condizioni di tenere la rotta. – Ha affermato il presidente regionale – Ci auguriamo che il 2017 sia l’anno della vera svolta, nel quale pensare di più agli investimenti”.

Durante il suo intervento, Chiamparino ha evidenziato che il 2016 è stato il secondo anno di gestione integrale del bilancio da parte della giunta: “e il risultato più evidente è che, partiti con un disavanzo di circa 7 miliardi e mezzo di euro, la Regione è oggi in equilibrio, un equilibrio che ci consente di garantire per il 2017 e il 2018 gli stessi livelli di spesa del 2016 senza alcun incremento della pressione fiscale.”

Non poteva mancare un accenno all’uscita dal piano di rientro della sanità: “Dopo 5 anni di pre-commissariamento, dal 1° gennaio 2017 il Piemonte sarà finalmente libero dai pesanti vincoli richiesti dal Governo, a causa dell’enorme mole di debiti accumulata in anni di gestione disattenta del comparto sanitario. Era un obiettivo politico – ha rimarcato il presidente regionale – che avevamo indicato nella campagna elettorale e che abbiamo raggiunto senza alcun inasprimento fiscale e senza alcuna penalizzazione della qualità delle cure offerte ai piemontesi.” E guardando al futuro: “Per il 2017 vogliamo infatti provare a lanciare la sfida sulla medicina territoriale e sulla razionalizzazione delle aziende sanitarie, oltre a rendere concrete le operazioni di investimento, a cominciare dal completamento delle strutture di Verduno e Nizza Monferrato e delle due Città della Salute di Novara e Torino”.

Sul fronte dei trasporti, Chiamparino ha affermato che il Piemonte ha tutte le carte in regola per essere il perno della logistica del Nord-Ovest del nostro Paese e per competere con i grandi nodi del Nord Europa.

Infine un accenno alla nuova edizione del Salone del Libro di Torino, considerata una sfita, il Patto per il Piemonte, con gli interventi da avviare nella seconda parte della legislatura, e che Chiamparino definisce “un importante strumento di programmazione e di coordinamento che individua cinque assi di intervento (infrastrutture, ambiente, sviluppo economico e produttivo, turismo e cultura, rafforzamento della pubblica amministrazione) per un valore di 6 miliardi e 128 milioni di euro e che contiamo di firmare con il Governo entro gennaio.”

Domani una delegazione regionale sarà in visita dalla Croce Rossa di Settimo Torinese.

(Foto di Fabio Artesi)

GUARDA LE FOTO

Leggi anche...

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img