domenica 28 Febbraio 2021

CASTELLAMONTE – Oltre 500 allievi ai saggi dell’Associazione Filarmonica Castellamonte

Nessun allievo è stato escluso e anche i bambini con esigenze speciali sono stati affiancati e coinvolti con strumenti musicali adattati alle specificità dei singoli

CASTELLAMONTE – Con uno sforzo organizzativo non indifferente, la direttrice didattica dell’Associazione Filarmonica Castellamonte Chiara Pollino, è riuscita a programmare uno dietro l’altro un gran numero di saggi coinvolgendo gran parte degli allievi che al mattino sono seguiti dal progetto di musica nelle scuole.

A parte le scuole materne Musso e Giraudo, tutte le altre hanno aderito a questa iniziativa per dare spazio agli insegnanti e agli alievi di dimostrare il frutto del lavoro svolto. Ogni insegnante ha personalizzato le proprie lezioni e l’esibizione finale in base alle specifiche attitudini, parte di un progetto complessivo che mira a formare gli allievi in un programma pluriennale che varia al variare dell’età e delle capacità.

Nessun allievo è stato escluso e anche i bambini con esigenze speciali sono stati affiancati e coinvolti con strumenti musicali adattati alle specificità dei singoli. A seconda dei plessi alcune maestre hanno personalizzato l’esibizione, chi con l’intervento di Babbo Natale, chi con scenografie, chi con recite di poesie, chi con presentazioni varie. I genitori hanno seguito con attenzione tutte le esibizioni e l’Associazione Filarmonica ha consegnato ai presenti un bel biglietto di auguri natalizi.

A tutte le esibizioni il direttivo dell’associazione ha ricordato il grande peso economico che rimane a carico delle casse sociali avendo per il terzo anno consecutivo proposto il corso nelle scuole a titolo gratuito. Alcuni genitori hanno recepito il messaggio e hanno lasciato nelle tofeje poste all’ingresso alcuni euro a sostegno del progetto. Purtroppo non è facile far capire ai genitori che nulla è dovuto, che gli insegnanti sono dipendenti dell’associazione, che non sono dipendenti dello Stato, che non arrivano sovvenzioni dal provveditorato. Speriamo che con il tempo molte più famiglie apprezzino il grande lavoro svolto e sostengano in modo volontario, ma concreto, questo investimento della Filarmonica di Castellamonte.

Leggi anche...