San Secondo di Pinerolo – Con il Progetto Ulisse la Fondazione Cosso e Avant-dernière pensée invitano tutti a mettersi in viaggio, fisicamente o con l’immaginazione, aprirsi alla ricerca e alla scoperta, conoscere e superare limiti e paure. L’invito è a riconoscere i propri orizzonti e, come un moderno Ulisse, “imbarcarsi” per avvicinarli.

Sulla pagina Facebook del Castello di Miradolo sono già approdate le prime barchette! Chiunque lo desideri può scaricare dal sito della Fondazione Cosso un pdf per creare la propria barchetta, fotografarla e condividerla con gli altri viaggiatori. Immagini di viaggi per scelta, per necessità, per ambizione, curiosità, per paura o amore.

Il 25 e il 26 dicembre, nell’ambito del Progetto Ulisse, il progetto Avant-dernière pensée, a cura di Roberto Galimberti, presenta al Castello di Miradolo “Ulisse”, la propria nuova e intensa ri-lettura del “Ritorno di Ulisse in Patria” di Claudio Monteverdi. Il pubblico potrà muoversi tra i musicisti e le grandi vele bianche, sospese nelle 11 sale del Castello, e sarà accompagnato da una grande installazione video, frutto della collaborazione con il ballerino e performer Duda Paiva.

Affermato artista di origine brasiliana, Duda Paiva inizia la propria carriera nel 1996, in Olanda, come ballerino; si esibisce con importanti compagnie e coreografi come Raz, Rogie&Company, Itzik Galili, Paul Selwyn Norton e Ron Bunzl. Attratto dall’accostamento tra danza e narrazione con pupazzi e oggetti, intraprende un percorso di sperimentazione negli anni, dando vita ad un proprio originale linguaggio espressivo, deciso ad abbattere la distanza tra performer e pubblico.

Duda Paiva ha creato nel 2004 la Duda Paiva Company, con cui gira il mondo, con performances spettacolari, tra danza e teatro, in cui suoi inseparabili compagni di scena sono i puppets di gommapiuma. Successi di pubblico e riconoscimenti della critica hanno accompagnato le produzioni della Compagnia, impegnata negli ultimi anni in Bastard, del 2011, ispirato al romanzo L’arrache-coeur di Boris Vian o il più recente Greeks on tour, con rimandi ai miti greci.

Duda Paiva interpreta Ulisse per Avant-dernière pensée in una performance unica, che fonde elementi di danza contemporanea all’animazione, in un’esecuzione che vede l’eroe mitologico dialogare con le sue stesse rappresentazioni.

La vicenda di Ulisse si apre, con un rimando letterario, tra le pagine dell’Odissea, il primo e supremo racconto delle sue gesta, che lo travolgono. Passando per la caduta di Troia, Ulisse si ritrova faccia a faccia con alcune delle tappe fondamentali del suo lungo viaggio attraverso Odissea, il film realizzato nel 1911.

Il ritorno ad Itaca sancisce l’incontro con Penelope, segnato dal ricordo del grande amore.

I rimandi alle rappresentazioni di Ulisse nella cultura occidentale si susseguono fino al corto cicuito finale: chi è Ulisse? e sopattutto, è ancora possibile raccontarne la storia proseguendo l’affascinante “discorso sull’uomo”?

Gli esecutori:

Roberto Galimberti, violino e direzione

Francesca Lanza, soprano

Augusto Valença, tenore

Evans Tonon, basso

Marco Pennacchio, violoncello

Laura Vattano, armonium

Marco Ventriglia, supervisione tecnica e regia audio

Giulio Pignatta, intermedia

Edoardo Pezzuto, luci

Duda Paiva, Ulisse on video

Date: 25 e 26 dicembre 2016

Ora: 21.15

Costi:

25 euro intero.

22 euro Abbonati Musei.

22 euro ridotto barchetta: per chi la porterà con sé la sera del Concerto.

15 euro ragazzi fino a 18 anni.

Gratuito bambini fino a 6 anni.

Prenotazione obbligatoria. I posti per ogni rappresentazione sono limitati.

Per informazioni e prenotazioni contattare il n° 0121.502761.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here