lunedì 8 Marzo 2021

LIBRI – Nuova edizione dei libri biellesi di Riccardo Crosa

LIBRI – Nuovamente in libreria due volumi di Riccardo Crosa. Dopo venticinque anni è infatti disponibile una nuova edizione del romanzo L’Antico Mistero della Trappa, che unisce elementi della tradizione popolare a temi universali riguardanti la vita umana.

Biella in fuga dalla fabbrica, il secondo volume anch’esso disponibile in edizione cartacea sia online che nelle librerie dalla piattaforma Youcanprint, è nato dall’elaborazione di un lavoro accademico del 2004 e non stupisce l’attualità di questo saggio di sviluppo locale che contiene un’analisi multidisciplinare dell’evoluzione del distretto biellese e delle possibili vie di rilancio della nostra area.

Queste le sinossi dei sue volumi:

L’Antico Mistero della Trappa

In bilico fra realtà, leggenda e fantasia, questa storia, che si sviluppa attorno al rinvenimento di una pietra tombale, ed all’iscrizione C.W. 1803, incisa su di essa, oltre ad alcune pittoresche caratterizzazioni, non rinuncia ad offrirci un interessante confronto storico dell’epoca dello sviluppo industriale con la situazione me-dievale, ed una descrizione della vita “vissuta” di taluni uomini, contrapposta alla vita “immaginata” o “rinunciata” di altri. Con il pretesto di svelare uno dei misteri riguardanti la Trappa di Nostra Signora dell’Immacolata Concezione, monastero trappista, ospitato, a cavallo tra il XVIII ed il XIX secolo dall’edificio che, ancora oggi, si erge nella biellese valle Elvo, il narratore, un’entità imprecisata che, proveniente da un’epoca futura, viaggia a ritroso nel tempo, ci parla degli uomini, dei loro feticci, delle lotte per il potere e del loro sforzo per non sentirsi inutili nel mondo che li ospita. Quello che si presenta al lettore come un avvincente racconto, si rivela, tra le righe, una chiave di lettura della nostra esistenza, o meglio, di come probabilmente, in futuro, verranno lette le pagine della storia che l’uomo, attimo per attimo, va scrivendo.

Biella in fuga dalla fabbrica

Il distretto biellese si confronta con il cambiamento e con il dilemma decisionale del cooperare per competere. La questione logistica, l’internazionalizzazione dei mercati e la complessità che le imprese affrontano quotidianamente. L’evoluzione tecnologica, la trappola dell’assenza di progettualità e la visione estrema di Out of control. Il lavoro flessibile e l’insicurezza sociale dovuta alla crisi occupazionale. I fattori demografici, etnici e culturali che influiscono sulla capacità di dare risposte ai problemi del territorio e sull’impegno del ceto politico nella ricerca di una nuova forma di governance. La creazione del mito, il vello d’oro, i pinguini sul torrente e la Bear parade come ipotesi di azione collettiva. La via della creatività e la ricerca del cervello sociale necessario a governare l’evoluzione continua. La lezione della Lega Anseatica e la nascita di una nuova organizzazione rete. Sullo sfondo, la deriva urbanistica della creazione della città da 100 miglia, l’eredità del passato, il conformismo che resiste e l’inevitabile prossima rivoluzione culturale.

Leggi anche...