lunedì 19 Aprile 2021

CASTELLAMONTE – In Consiglio si parla di CRI, VVFF e Miur (VIDEO)

CASTELLAMONTE – “Il Comune ha deciso di deliberare un contributo di 5.000 euro a favore della Croce Rossa con l’invito alla prossima amministrazione a mantenere tale impegno per il futuro”,

con queste parole il sindaco Paolo Mascheroni ha confermato l’assegnazione del contributo al comitato locale di volontariato, nel corso del Consiglio comunale di lunedì 28 novembre.

Sempre per quanto riguarda l’ambito del sociale, il vicesindaco Giovanni Maddio ha annunciato invece come siano in procinto di partire i lavori per la nuova caserma dei Vigili del Fuoco localizzata in quello che è l’attuale magazzino del Comune. Non solo, sempre Maddio ha confermato che lo stesso corpo dei pompieri a breve avrà a disposizione un nuovo camion, reperito in Olanda, che andrà a sostituire il vecchio mezzo ormai non più affidabile.

Qualche scintilla quando si discute dell’approvazione del regolamento del servizio di videosorveglianza, la cui centrale operativa sarà collocata presso la Polizia Municipale: “Vorrei sapere come è avvenuto l’affidamento di tale servizio- è intervenuto il consigliere di minoranza Pasquale Mazza- perché le buste con le offerte sono state aperte davanti ad una commissione di cui faceva parte anche il vicesindaco Maddio. Ora il decreto legislativo del 2006 dice che coloro che nel biennio precedente hanno rivestito cariche di pubblico amministratore non possono essere nominati commissari relativamente a contratti affidati ad amministrazioni presso le quali hanno prestato servizio. Questo affidamento è illegittimo e bisognerà consegnare la documentazione al prefetto o a chi di dovere”. “Questo non è l’oggetto dell’ordine del giorno- replica il sindaco Mascheroni- come cittadino puoi fare quello che vuoi ma l’argomento della discussione era il regolamento della videosorveglianza”.

Il Comune di Castellamonte ha inoltre avviato la procedura per riscattare i punti di illuminazione pubblica che sono attualmente gestiti da Enel Sole. Questo è il primo passo per arrivare ad aprire una gara per la gestione complessiva del servizio da affidare ad un unico gestore con l’obbiettivo di ridurre le spese e di modernizzare l’intero sistema punti luce convertendolo a tecnologia led.

Una buona notizia anche sul fronte giudiziario. Infatti l’ente si è aggiudicato il primo round nel contenzioso che lo vede contrapposto al Ministero dell’Istruzione in merito ai famosi 500.000 euro relativi ai lavori alla scuola media Cresto, prima assegnati al Comune e poi negati. “ Il Tribunale di Roma ha accolto la richiesta di provvisoria esecutività del nostro decreto ingiuntivo- ha fatto sapere Maddio- Nell’accogliere la domanda formulata nell’interesse del Comune il giudice ha positivamente riscontrato le argomentazioni di merito poste a sostegno del credito vantato dall’amministrazione comunale. Ciò lascia ben sperare per la favorevole conlusione del giudizio. Ora il Ministero ha due strade: accettare questa decisione o fare opposizione entro il 5 luglio per andare poi in discussione”.

Leggi anche...

spot_img