BUROLO – In questi ultimi giorni l’atmosfera a Burolo si è scaldata a causa del progetto della cooperativa “Mary Poppins” volto ad inserire tra i 16 ed i 18 rifugiati in uno stabile del centro storico.

I residenti, contrari a tale proposta, si sono mobilitati con una raccolta firme. In questo scenario spunta anche Forza Nuova:

“Nella serata di lunedì 28 novembre abbiamo esposto uno striscione davanti allo stabile destinato agli immigrati, recante la scritta “Refugees not welcome”, ovvero “Rifugiati non benvenuti”. Ci schieriamo quindi, come sempre, dalla parte dei cittadini italiani, in questo caso dei residenti di Burolo, per dire NO al business sull’immigrazione ed alle cooperative che ne gestiscono i profitti. Troppo spesso, infatti, queste cooperative (in questo caso la “Mary Poppins”) agiscono subdolamente ed alle spalle dei cittadini, inserendo decine di immigrati in piccoli contesti e piccoli comuni, senza tenere conto dell’impatto sociale altamente dannoso e dell’impossibilità di ogni tipo di integrazione.

Abbiamo il dovere –continua la nota inviataci dalla segreteria locale di Forza Nuova- di tutelare i nostri concittadini, di garantirne l’assoluta tranquillità ed incolumità, ed assecondarne le volontà. I residenti di Burolo hanno detto NO, e Forza Nuova è al loro fianco.

(Forza Nuova Canavese)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here