di Alessandra Hropich scrittrice per Bibliotheka Edizioni e You Can Print (www.youcanprint.it)

Domanda: Sottosegretario, ci parli dei Suoi inizi.
Risposta: Inizio dal sindacato Cisl, Enti pubblici a Novara. La voglia di fare politica, mi viene dai racconti di mio padre, dalla sua esperienza partigiana. Dopo gli inizi a Borgo Manero, vengo eletta in Senato, poi sono riconfermata e vengo eletta Deputata.

Domanda: Le Sue soddisfazioni in politica?
Risposta: Una legge di cui sono stata la promotrice, sull’ autismo. Non è stata subita accolta come legge ma successivamente, altri Senatori hanno presentato leggi simili e si é finalmente fatta la legge che io avevo proposto ed é la legge 134 del 18 agosto 2015.

Domanda: Quali sono i Suoi progetti futuri?
Risposta: Il mio, é un progetto ambizioso, ovvero l’ inserimento dei disabili intellettivi al lavoro perché, nonostante la Legge 68/99, i disabili sono ancora pochi. Con il decreto 14/09/2015 ci sono interventi per l’ inclusione di persone con disabilità ma non siamo arrivati all’ inserimento delle tante persone con disagio intellettivo.

Domanda: Sottosegretario, perché Lei ha tanto a cuore l’ inserimento lavorativo di persone con disabilità intellettiva?
Risposta: Perché sono le persone più fragili, quelle che per anni non hanno avuto risposte nel mondo del lavoro e in altri contesti. Un paese che vuole andare lontano deve partire dalle proprie fragilità.

Domanda: Cosa ancora sente di dover fare?
Risposta: Dobbiamo rivedere il Welfare, abbiamo meno giovani e tanti anziani.

Domanda: Come pensate di intervenire?
Risposta: Ci servono fondi cospicui in modo che anche le Regioni possano programmare i loro interventi. É essenziale riuscire a fare rete: Stato, Regioni, Comuni. Noi abbiamo attivato un tavolo con Associazioni disabili, con esperti, con i Ministeri della Salute, Economia, Istituzioni, sindacati, Inps, Rappresentanti delle Regioni, tutti insieme per dare risposte simili per tutto il territorio.

Domanda: Cosa ritiene abbia fatto di buono questo Governo?
Risposta: Questo Governo sta facendo il fondo della non autosufficienza e ci sarà un incremento nella legge di bilancio. Ma ci tengo a precisare che, prima del mio arrivo e di questo Governo, il fondo era di 0 euro.

Domanda: Altre Vostri progetti approvati?
Risposta: É stata approvata la Legge del “dopo di noi”, legge 112 del 2016. Abbiamo in tal modo dato la risposta alle famiglie che hanno vissuto nella preoccupazione del futuro dei loro cari, senza di loro. Case famiglia o gruppi per mantenere la vita familiare in contesti con disabili, quando non ci sono più i genitori. Noi abbiamo stanziato 90 milioni per l’ inizio di questo progetto.

Domanda: Cosa La rende felice?
Risposta: Ritornare il sabato nel mio paesino dove ritrovo tutti i ricordi della mia infanzia. Lì, sono ancora vista come la bambina che andava all’ asilo. Infatti lì sono solamente “Franca”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here