martedì 2 Marzo 2021

CUORGNE’- La città in prima linea contro la violenza sulle donne

CUORGNE’– Il Comune aderisce alla Giornata Internazionale alla lotta contro la violenza sulle donne istituita per il 25 Novembre dall’ONU: un’occasione per riaffermare, assieme ai propri cittadini, un deciso No al femminicidio e alla violenza in generale.

Ed è per questo motivo che l’amministrazione ha rivolto alla popolazione l’invito ad indossare una maglietta rossa, colore simbolo della lotta alla violenza contro le donne e di scrivere su un foglio bianco la frase: “Cuorgnè dice no alla violenza”. Viene chiesto inoltre di scattare una foto da condividere sui social network e da inviare a: staff@comune.cuorgne.to.it indicando il proprio nome o quello della loro attività commerciale. Tutte le foto inviate saranno pubblicate sul sito del Comune di Cuorgnè e saranno utilizzate a scopo di sensibilizzazione della cittadinanza.

Verrà appeso uno striscione nel balcone del Palazzo Comunale per dire no alla violenza e nella giornata del 25 novembre saranno esposte le scarpette rosse, simbolo della giornata contro la violenza di genere, prodotto di una precedente iniziativa in collaborazione con gli artisti Giovanna Giachetti e Jins.

“I numeri sulla violenza di genere sono allarmanti: con questa iniziativa non ci illudiamo di risolvere questa piaga ma vogliamo che prosegua un percorso di sensibilizzazione ed informazione della cittadinanza perché è importante che tutti siano protagonisti in questa battaglia- afferma il consigliere delegato alle politiche sociali Sabrina Mannarino, che ha ideato e organizzato questa serie di appuntamenti- È necessario attuare strategie che aumentino la conoscenza delle risorse che operano in prima linea contro la violenza di genere, prima fra tutte Telefono Rosa che risponde al numero gratuito 1522. Ma non solo, sul nostro territorio sono presenti risorse importanti che è necessario far conoscere. Il nostro impegno sarà supportato dalla collaborazione con l’Associazione Giovanile Rotaract di Cuorgnè e Canavese con cui condividiamo l’obiettivo di sensibilizzazione sulla violenza di genere con un intervento di rete che è necessario attuare per implementare le nostre forze”.

Tra le iniziative nel calendario del Comune di Cuorgnè troviamo la proiezione del film “La Sposa bambina” del regista Khadija Al-Salami presso il Cinema Margherita rivolta agli studenti più grandi delle scuole superiori. Inoltre è previsto un momento dedicato a tutti gli operatori che nell’ambito della loro professione sono a contatto con il pubblico, allo scopo di fornire loro alcuni strumenti per riconoscere ed aiutare le vittime di violenze di genere.

“Le donne che hanno subito violenza non devono avere paura di parlare. Noi per primi, come Comune siamo sempre disponibili ad ascoltarle e a metterle in contatto con le risorse del territorio che si occupano di questo problema” sottolineano il sindaco Beppe Pezzetto e l’assessore alle politiche sociali Giacoma Lino Rosa.

Leggi anche...