sabato 6 Marzo 2021

INGRIA – Ingria, il Comune più fiorito di tutto il canavese

INGRIA – Fine settimana col botto per il Comune di Ingria all’Eima di Bologna, fiera mondiale della meccanizzazione agricola dove si è svolta la premiazione nazionale del concorso Comuni Fioriti.

Domenica 13 novembre, hanno raggiunto il prestigioso auditorium Europa del Centro Congressi della Fiera circa 135 delegazioni di città e paesi da tutta Italia, che hanno acceduto al concorso; tre ore intense di protagonismo per piccoli e grandi Comuni che hanno aderito alla rete, strumento importante per rendere migliori i centri cittadini, puntando sulla bellezza dei luoghi, sull’armonia, sull’accoglienza, sul miglioramento della qualità della vita e del benessere delle persone e dei turisti.

Quest’anno per la categoria dei Comuni fino a 1.000 abitanti, il primo premio è andato ad Antey St. Andre’ (AO) mentre il secondo proprio a Ingria (TO): avendo ottenuto anche il massimo riconoscimento annuale con il cartello dei “4 fiori”, il paese della Val Soana si è quindi rivelato il Comune più fiorito di tutto il Canavese e si affianca, per quanto riguarda la Provincia di Torino, a Comuni ben più grandi come Avigliana, Cesana Torinese, Claviere, Pomaretto, Sestriere, Usseaux, Villar Pellice, o anche a centri notevolmente più turistici e conosciuti nel mondo come Cervia, Stresa, Alba o Gressoney.

“Una premiazione importante, che ci proietta, con il 2017, nell’undicesimo anno del nostro concorso nazionale, nella dodicesima presenza alla selezione europea di Entente Florale e alla terza nel concorso mondiale Communities in bloom”, afferma Renzo Marconi, presidente di Asproflor-Comuni Fioriti.

Infine le dichiarazioni del Sindaco di Ingria, Igor De Santis: “Concordiamo con il Presidente Marconi quando definisce il concorso dei Comuni Fioriti uno straordinario strumento di marketing territoriale, che oltre ad abbellire turisticamente gli spazi comunali, sensibilizza anche i residenti unendoli in un’opera di cooperazione che valorizza anche lo stesso tessuto sociale: per un Comune come il nostro che è recentemente di nuovo sceso sotto i 50 residenti è un’ulteriore segnale che, anche se piccoli, ci siamo sempre e riteniamo che tutti gli ingriesi debbano essere orgogliosi di questo insperato successo, ottenuto addirittura a livello nazionale!”.

Infine il Sindaco in accordo con tutta l’Amministrazione Comunale ha voluto dedicare questa prima vittoria di Ingria, dopo la sua recente scomparsa, al suo residente Paolo Madlena, che da anni s’impegnava con gli altri giovani del paese per contribuire a rendere sempre più conosciuto questo piccolo centro della Val Soana.

Leggi anche...