venerdì 5 Marzo 2021

CANAVESE – Oltre 700 studenti, 26 aziende e 5 Istituti Scolastici protagonisti del pmi day 2016 in Canavese

CANAVESE – 26 aziende canavesane, 28 classi di 5 Istituti scolastici del territorio per un totale di oltre 700 studenti che frequentano la terza media: questi i numeri della settima edizione del PMI DAY, l’evento promosso a livello nazionale dalla Piccola Industria di Confindustria e che in Canavese si è svolta mercoledì 9 novembre 2016.

Obiettivo dell’iniziativa, che ogni anno si svolge nell’ambito della Settimana della Cultura d’Impresa promossa da Confindustria a livello nazionale, è quello di fare conoscere la realtà produttiva delle PMI, i loro valori, il contributo fondamentale che danno alla crescita economica e sociale del Paese creando ricchezza e occupazione. Imprese che sono comunità di persone, parte integrante del contesto sociale nel quale operano e luogo di costruzione di un futuro collettivo e condiviso. Il PMI DAY vuole da un lato favorire la sensibilizzazione per la cultura scientifico-tecnologica e le sue applicazioni nel mondo produttivo; dall’altro, la sollecitazione dell’interesse per l’impresa e per la dimensione industriale, nelle sue declinazioni più innovative e tecnologicamente avanzate, come complesso di valori positivi e possibile ambito di realizzazione.

Lanciata per la prima volta nel 2010, la Giornata ha riscontrato successo e apprezzamento via via crescenti nelle successive edizioni: quest’anno, a livello nazionale, è prevista la partecipazione di 40.000 studenti e oltre 950 imprese.

Rispetto all’edizione 2015 in Canavese è quasi raddoppiato il numero delle aziende che hanno deciso di aprire le porte dei loro stabilimenti agli studenti: 26 le imprese coinvolte, tre delle quali (ITT Italia, MTS e RJ) sono nuove associate di Confindustria Canavese che hanno subito accolto con grande entusiasmo l’invito a essere protagoniste di questo importante appuntamento.

Le aziende che hanno aderito al settimo PMI DAY sono: A.PNE.S di Castellamonte, ABC Farmaceutici di San Bernardo di Ivrea, Bioindustry Park “Silvano Fumero” di Colleretto Giacosa, Bracco Imaging di Colleretto Giacosa, Cavaletto Mario di Salassa, CMB Industries di Agliè, Ergotech di Settimo Vittone, Fasti Industriale di Montalto Dora, Icas di San Bernardo di Ivrea, Istituto di Ricerche Biomediche “A. Marxer” RBM di Colleretto Giacosa, ITT Italia di Vauda Canavese, La Castellamonte di Castellamonte, Matrix di Ivrea, Micro Mega Elettronica di Strambino, MTS di Bosconero, OMBI di Strambino, OSAI A.S di Parella, Plastic Legno di Castellamonte, RJ di San Giorgio Canavese, Sacel di Ozegna, Seica di Strambino, SIT di Strambino, STT di Strambino, Tecnosystem di Mercenasco, Tenuta Roletto di Cuceglio e, ai confini con il Canavese, il Salumificio Maison Bertolin di Arnad.

 

Gli istituti scolastici che hanno partecipato al progetto sono: l’Istituto Comprensivo Ivrea 1, l’Istituto Comprensivo di Settimo Vittone (plessi di Settimo Vittone e Borgofranco), la Scuola Secondaria di I grado di Rivarolo Canavese “G. Gozzano” (plessi di Bosconero e di Rivarolo Canavese), l’Istituto Comprensivo di Strambino, la Scuola Secondaria di I grado “G. Gozzano” di Caluso (plessi di San Giorgio Canavese, Caluso e San. Giusto Canavese) con un numero di studenti e di docenti coinvolti nell’iniziativa quasi raddoppiato rispetto all’iniziativa dello scorso anno.

Ad accogliere le classi e gli insegnanti un rappresentante dell’azienda e uno di Confindustria che, insieme, hanno accompagnato gli ospiti in una immersione totale nel mondo della fabbrica e della produzione. Alunni attenti, spigliati e capaci di cogliere ogni attimo grazie anche al prezioso supporto didattico fornito nel corso dell’anno dai propri insegnanti. In ogni tour i ragazzi si sono dimostrati entusiasti, hanno guardato con interesse ogni locale che hanno attraversato e sono stati curiosi verso ogni aspetto della produzione. Gli studenti hanno rivolto molte domande agli operatori che li accompagnavano, manifestando uno spiccato interesse nei confronti dei vari percorsi di studio e di formazione intrapresi dal personale per poter accedere alla propria professione.

“Ritengo fondamentale la collaborazione tra il mondo dell’impresa e quello della scuola”, ha dichiarato Gisella Milani, presidente della Piccola Industria di Confindustria Canavese. “Iniziative come quella odierna sono di gran valore per tutti. Desidero ringraziare sia gli imprenditori che hanno reso possibile questa bellissima giornata sia le scuole che hanno colto questa opportunità. Un grazie di cuore va in particolare a tutti i ragazzi che hanno partecipato alle visite dimostrando grande entusiasmo e genuino interesse. E’ importante – ha aggiunto – che i giovani possano vedere cosa facciamo nelle nostre aziende, e possano, grazie alle testimonianze degli imprenditori e dei loro collaboratori, comprendere come, anche attraverso il lavoro nell’industria, un giovane abbia la possibilità di lavorare senza rinunciare alla passione per quello che fa. Inoltre, la nostra speranza è anche quella di far sì che il seme dell’imprenditorialità, insito in alcuni di loro, possa trovare gli stimoli necessari per riuscire un giorno ad attecchire”.

“Anche quest’anno, per il settimo consecutivo, in Canavese abbiamo voluto aprire le nostre fabbriche e le nostre aziende agli studenti che frequentano l’ultimo anno della scuola media”, dichiara Fabrizio Gea, presidente di Confindustria Canavese. “Questi giovani rappresentano il nostro futuro e noi vorremmo che la delicata scelta sul loro percorso di studi, fondamentale per costruire quello che sarà il loro futuro professionale, sia il più possibile consapevole e corente con quanto il mercato chiede. Confindustria crede fermamente che sia imperativo lavorare fianco a fianco con le scuole nell’orientamento per favorire l’inserimento dei giovani in azienda e per rafforzare il ruolo sociale e collettivo delle imprese a favore della comunità: questa la ragione per cui è necessario porre tutta l’attenzione e tutti gli sforzi necessari nel promuovere le attività di alternanza scuola-lavoro, i tirocini formativi e i percorsi di orientamento, attraverso uno scambio continuativo di informazioni con la scuola che deve essere ogni giorno fitto ed efficace”.

La realizzazione dell’iniziativa è stata resa possibile grazie al prezioso sostegno di alcune aziende: Rj Srl, Mts Srl, Cavaletto Mario Spa, Intesa Sanpaolo e Confindustria Canavese Servizi e grazie al supporto dei Comuni di Ivrea, Rivarolo Canavese e Strambino per il servizio di trasporto.

Leggi anche...