martedì 11 Maggio 2021

CERESOLE – Assegnato il premio “Rifugio d’artista”

CERESOLE – La giuria, coordinata dal direttore artistico della rassegna Corrado Trione. ha assegnato i premi per i migliori spettacoli della prima edizione di “Rifugio d’artista”, la residenza artistica ospitata l’estate scorsa, al rifugio Massimo Mila,a Ceresole Reale.

Rotary Club e Inner Wheel Cuorgné e Canavese hanno finanziato alcune  borse-premio in denaro.. Come previsto dal bando, il criterio fondamentale di assegnazione è stato l’integrazione del progetto artistico con l’ambiente, i temi e il tessuto sociale del luogo, con l’obiettivo di legare profondamente territorio e produzione artistica sia sotto l’aspetto tematico che umano.

Il primo premio, di 500 euro, è stato assegnato alla compagnia di commedia dell’arte Circomare, proveniente da Orte in provincia di Viterbo. Particolarmente apprezzata è stata l’idea di realizzare ogni giorno, durante la settimana di residenza, piccole performances in vari luoghi del comune. Lo spettacolo finale poi dal titolo “Il treno che ci piace” , divertente ma capace di affrontare con intelligenza e pluralità di punti di vista il tema della mobilità pubblica, è stato accolto con entusiasmo ed è parso particolarmente calzante per Ceresole Reale, che si fregia del titolo di “Perla delle Alpi” proprio per il suo ruolo di promozione della mobilità sostenibile.

Al secondo posto due premi ex aequo per Umano Naturale, performance-mostra realizzata a partire da interviste e materiali raccolti a Ceresole da un collettivo di artisti di diversi ambiti, e per il producer di musica elettronica Philippe Renard. Quest’ultimo è il procinto di lanciare il suo nuovo album concepito proprio nell’ambito della residenza Rifugio d’Artista e realizzato campionando i suoni della natura del Parco Nazionale del Gran Paradiso.

1° – Borsa di Euro 500 (Offerta dal Rotary Club Cuorgné e Canavese)
a CircomareTeatro
Per aver colto appieno lo spirito dell’iniziativa Rifugio d’Artista, sfruttando gli spazi e i materiali concessi per la costruzione di uno spettacolo e nel contempo evidenziando un ammirevole “spirito di servizio” attraverso esibizioni giornaliere in vari luoghi di Ceresole. Circomare ha dimostrato di saper unire un serio lavoro artistico ad un proficuo e gioioso incontro con l’ambiente e con la popolazione del luogo, realizzando fedelmente il progetto presentato in fase di selezione. Lo spettacolo conclusivo “Il treno che ci piace”, percorso da rilevanti temi ambientali e sociali, è risultato di altissima qualità e capace di parlare a tutti su più livelli, ed è stato accolto dall’entusiasmo del pubblico.
2° EX AEQUO – Borsa Euro 250 (Offerte dall’Inner Club Cuorgnè e Canavese)
al progetto Umano Naturale
Per aver saputo creare un prodotto artistico vario e interattivo a partire dal contesto della residenza, attraverso una riflessione creativa sul materiale raccolto a Ceresole. I laboratori, così come il percorso conclusivo proposto, hanno varcato i confini degli spazi tradizionali dello “spettacolo” e hanno coinvolto profondamente il pubblico, costruendo con esso un dialogo attivo e meritevole di ulteriore approfondimento.
A Philippe Renard
Per aver esaltato le bellezze naturali di Ceresole Reale in modo inaspettato e originale, trasformando in musica i suoni raccolti sul posto e coniugandoli con video e foto evocativi ad opera dell’artista Nictofila. La buona comunicazione “social” del progetto ha affiancato il lavoro sul campo fornendo un esempio di corretta integrazione digitale-reale, un’integrazione emersa in modo suggestivo dal dj set di musica elettronica a lume di candela. Il contributo va a sostegno del nuovo album ispirato al Parco del Gran Paradiso che Philippe Renard sta incidendo in questo periodo, e vale come incoraggiamento al suo percorso artistico.

Leggi anche...

spot_img
spot_img
spot_img