FELETTO / LUSIGLIÈ – Sono andati via tutti i partecipanti del rave non autorizzato, che si è tenuto nei boschi in riva all’Orco, sul territorio di Lusigliè con accesso da Feletto, il fine settimana appena trascorso.

Oggi pomeriggio una coppia di irriducibili, con il carroatrezzi che trasportava l’ultimo camper rimasto in panne.

Finita la festa sono andati via gli abusivi, ma hanno lasciato sul posto l’inciviltà.

Feletto Rave Party il giorno dopo (18)

Ovunque, in mezzo ai boschi, dove c’erano i camper, le roulotte e le tende sono rimasti, al loro posto cumuli di sacchi neri dell’immondizia e altra sparsa qua e là. Una scarpa su un albero, una maglietta.

Rifiuti che ora dovranno essere raccolti a spese dei comuni interessati e quindi dei cittadini.

Le Amministrazioni di Feletto e Lusigliè avevano, ieri, emesso un’ordinanza di sgombero della zona, che lasciava trasparire l’inutilità dell’atto stesso. Nelle ordinanze si ordinava di allontanarsi dall’area avvertendo che la non ottemperanza avrebbe comportato la rimozione coattiva con l’impiego della forza pubblica, per poi aggiungere, subito dopo che “in considerazione dell’alto numero di persone presenti nella zona, e vista l’esiguità del numero di agenti di forza pubblica non si sarebbe provveduto allo sgombero coattivo dell’area.

Un paradosso assurdo.

Ora comunque sono andati, fino alla prossima volta.

GUARDA IL VIDEO

GUARDA LE FOTO

www.obiettivonews.it

 

4 COMMENTI

  1. Cara Magda,
    sono anni che partecipo a questi eventi; un’attenzione particolare è sempre stata data, nei limiti del possibile, alla pulizia del posto ed alla raccolta di tutta l’immondizia! Cicche di sigarette comprese!
    Sono stato a feste dove si organizzavano gruppi di volontari per raccogliere tutto lo schifo lasciato in giro! Non siamo bestie, non pensate! Ci teniamo anche noi, forse più di altri, alla salvaguardia dell’ambiente naturale. Specialmente in posti come quello che ci ha ospitati questo week end.
    Permessi non ne possiamo chiedere, non cadiamo dalle nuvole, non ce li darebbero. Sarebbe impossibile!
    Le volte che hanno provato a portare via tutti i rifiuti, per poi magari andarli a mettere vicino ad un cassonetto, ripeto, i ragazzi sono stati multati per trasporto non autorizzato di rifiuti. E non pensare che li portassero via per andare a spargerli in qua e in la come concime, no di certo.
    Detto questo, io spero che al più presto in Italia si riesca a raggiungere un compromesso tra “autorità” e ragazzi che organizzano pacificamente “feste”.

  2. Sappiamo bene che le campagne del Canavese (e non solo) sono colme di rifiuti sparsi qua e là, non è una novità.. ma secondo me l’ipocrisia è nascondersi dietro al fatto che l’immondizia c’è già e quindi non c’è problema farne altra se poi è raccolta ed ammassata! C’è un’altra soluzione, quella più normale adottata dalle associazioni e da tutti coloro che organizzano feste ed eventi: chiedere l’autorizzazione e pagare la raccolta rifiuti! Poi quel camion, probabilmente, aveva i rifiuti caricati per poi buttarli qua e là…o …era un “angelo della pulizia”?? 🙂

  3. Ma ci siete andati in quel posto prima del così detto “Rave”?
    Lo sapete lo schifo che abbiamo trovato noi e gli altri ragazzi appena arrivati li?
    Ebbene era già pieno di immondizia da tutte le parti!! Era uno schifo già sabato sera prima che la festa iniziasse! Non fate tanto gli ipocriti e rendetevi conto che tutta l’immondizia, almeno, è stata raccolta.
    Due anni fa, sempre nel Canavese, le forze dell’ordine fecero la multa ad un camion che si era preso la briga di portare via tutti i sacchi neri, sapete per cosa? “Trasporto non autorizzato di rifiuti.” Fate due + due, non lamentatevi se poi li lasciamo li! 😉

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here