domenica 16 Maggio 2021
domenica, Maggio 16, 2021
spot_img

PONT CANAVESE – Tensioni alla Sandretto, il comunicato dell’Azienda

PONT CANAVESE – Presidio dei lavoratori e tensioni alla Sandretto Spa di Pont Canavese, l’altro giorno. Presidio che i Sindacati affermano andrà avanti ad oltranza.

[su_custom_gallery source=”media: 77634″ limit=”120″ link=”custom” width=”730″ height=”120″ title=”never”]GUARDA LE FOTO[/su_custom_gallery]

A tal proposito l’Azienda ha voluto rendere noto quello che è il suo pensiero sulla situazione, attraverso ad un comunicato inviato ai media:

“Il liquidatore della Sandretto Spa e i vertici della Photonike Capital sono rimasti scioccati e allibiti dalla manifestazione di violenza che il giorno 20 luglio 2016 è stata rivolta verso parte del personale presente nella proprietà Sandretto Spa. – Si legge – Tale manifestazione di violenza è stata favorita dall’atteggiamento provocatorio e diffamatorio di alcuni responsabili sindacali i quali hanno volutamente infiammato gli animi dei lavoratori portandoli, senza che i soggetti ne avessero consapevolezza, a violare le norme del codice penale.
Per amor di precisione, va detto che le persone che hanno perpetrato un reato penale, incitati da alcuni sindacalisti, sono attualmente dipendenti diretti della Sandretto Spa in liquidazione e non sono stati investiti da procedure di licenziamento, né da minacce in tal senso. Pertanto, paradossalmente, è lo stesso sindacato a mettere queste persone nella condizione di essere licenziate, con giusta causa, per danneggiamento aziendale.
Inoltre si precisa che l’episodio in questione è stato generato dalla uscita dal cancello aziendale di un camion contenete semplici rottami di ferro in smaltimento e non di “beni aziendali”, come dichiarato dalla Fiom. In ogni caso si fa notare che i beni aziendali appartengono alla Sandretto Spa in liquidazione e in questo momento sono a disposizione della soddisfazione dei creditori e, quindi, a tutela della continuità aziendale, secondo le procedure previste dal codice civile.

Sandretto spa in liquidazione e il Liquidatore in prima persona, procederanno a presentare denunce circostanziate, per diffamazione, verso coloro che hanno dichiarato che sia in corso una distrazione di beni aziendali, e verso qualsiasi altra falsa e strumentale informazione sull’azienda.
Parimenti ci attendiamo, per la riunione del prossimo 28 Luglio, ragionevoli e credibili assicurazioni circa l’incolumità dei nostri dirigenti e Funzionari.
L’azienda comunque, nonostante il clima di intimidazione e insicurezza, – conclude il comunicato – conferma la propria volontà di trovare una soluzione per la continuità aziendale ed il futuro dei lavoratori, in collaborazione con le parti coinvolte.”

www.obiettivonews.it

[su_custom_gallery source=”media: 74507″ limit=”100″ link=”custom” width=”730″ height=”100″ title=”never”]GUARDA LE FOTO[/su_custom_gallery]

 

[su_custom_gallery source=”media: 77377″ limit=”100″ link=”custom” width=”730″ height=”100″ title=”never”]GUARDA LE FOTO[/su_custom_gallery]

Leggi anche...

spot_img
spot_img
spot_img