spot_img
lunedì 20 Settembre 2021
lunedì, Settembre 20, 2021

NOTIZIARIO DAL MONDO – ORE 08:30 DEL 28/04/2016

NOTIZIARIO DAL MONDO – ORE 08:30 – Le notizie dal mondo del 28 aprile 2016 – in flash

AUSTRIA – CONTROLLI AL BRENNERO; RETE LUNGA 370 METRI

L’Austria va avanti con il suo piano che preve controlli al Brennero, attraverso una rete di 370 metri. “Si tratta di una normale rete e non di un filo spinato. – spiega il Capo della Polizia tirolese Helmut Tomac – Sarà allestita solo se necessario in caso di massiccio arrivo di migranti, sarà “attaccata” solo in caso di bisogno. In servizio ci saranno 250 poliziotti e “in caso di necessità saranno inviati anche soldati, ma la decisione spetterà al ministero della Difesa”. Non solo: le autorità austriache chiedono anche di poter effettuare controlli sui treni e sulla strada già sul territorio italiano. Tra le misure spicca quella che prevede la dichiarazione di stato d’emergenza quando l’ordine pubblico e la difesa della sicurezza non possono essere più garantite a causa di un alto flusso di profughi. In questo caso a nessun migrante viene più permesso l’ingresso, le richieste di asilo possono essere rifiutate ai confini e i profughi rispediti in Paesi confinanti considerati sicuri. Al piano austriaco arriva l’altolà del presidente del consiglio italiano: “L’ipotesi di chiudere il Brennero è sfacciatamente contro le regole europee, oltre che contro la storia, contro la logica e contro il futuro”, scrive il premier Matteo Renzi. Anche, secondo il ministro dell’Interno, Angelino Alfano, quello che accade al Brennero “è inaccettabile perchè non soltanto è contro le regole dell’Unione Europea sulla libera circolazione ma è contro la logica e il buonsenso: siamo al minimo storico nei flussi di attraversamento tra Italia e Austria. Il nostro compito è convincere i nostri partner austriaci dell’insensatezza dei loro comportamenti”

ROMA – BINDI: “FORZE POLITICHE DEVONO CONTRASTARE LA MAFIA”

Approvata all’unanimità dalla Commissione Antimafia, la Relazione sulla Trasparenza delle candidature. “La questione del consenso delle mafie va posta con coraggio. – Ha affermato Rosy Bindi, illustrando uno dei passaggi della relazione – Tutte le forze politiche devono farsene carico insieme, per rendere il contrasto ai poteri mafiosi un elemento non di divisione, ma di unione. L’attività di inchiesta ha dimostrato che nessuna forza politica, anche con le migliori intenzioni, può ritenersi immune dal condizionamento o peggio dall’ infiltrazione”.

STATI UNITI – BIMBO DI 2 ANNI TROVA PISTOLA E SPARA ACCIDENTALMENTE

Continua a mietere vittime la consuetudine di detenere armi che vige in America. Questa volta la sciagura è avvenuta a Milwaukee, in Wisconsin, dove una donna di 26 anni e’ stata uccisa dal figlioletto di due anni con un colpo di pistola. Secondo quanto riportato dal fratello della vittima ai media statunitensi la giovane, di nome Patrice Price, era nell’auto del fidanzato con due dei suoi tre figli, di uno e due anni. Ad un certo punto il più grande ha trovato una pistola lasciata sul sedile posteriore, l’ha presa e ha accidentalmente fatto fuoco.     Un unico colpo che ha attraversato la schiena della donna, senza lasciarle scampo.

ATTUALITA‘ – VIA LIBERA DEL CONSIGLIO DI STATO AL CANONE RAI IN BOLLETTA

Via libera dal Consiglio di Stato al provvedimento del ministero dello Sviluppo economico che riforma le modalità di pagamento dell’abbonamento Rai nella bolletta elettrica. I giudici amministrativi hanno firmato il provvedimento che accoglie il testo del governo. I punti su cui si erano concentrati i rilievi critici dei giudici amministrativi riguardavano soprattutto la mancata definizione di ‘apparecchio televisivo’ ai fini dell’applicazione del canone Rai e l’assenza di garanzie per la tutela della privacy. Un altro aspetto che è stato chiarito riguarda il ruolo delle aziende elettriche concessionarie del canone. “La compensazione – afferma Frattini non solo è forfettaria ma è a valere sui fondi destinati all’Agenzia delle entrate. si è tolto ogni dubbio sul fatto che l’aumento in bolletta fosse un pagamento dovuto alle aziende elettriche”.

CULTURA – ASTROFILI DEDICANO ASTEROIDE A FINARDI

Un asteroide porterà il nome di Eugenio Finardi e sarà il “pianeta da cui ricominciare”. A dedicare la nuova scoperta del cielo al cantautore italiano, durante la rassegna “Seconda stella a destra” alla Gran Guardia di Verona, è un gruppo di astrofili che ha riconosciuto nei testi di Finardi la sua grande passione per i corpi celesti.

[rev_slider_vc alias=”bannerpc”]

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img