spot_img
lunedì 20 Settembre 2021
lunedì, Settembre 20, 2021

CUORGNÈ – Grazie alla raccolta fondi, donato un defibrillatore a Salto

CUORGNÈ – Donato un defibrillatore ai cittadini di frazione Salto.

L’iniziativa è nata dalla necessità di ricevere formazione in tema di disostruzione adulto bambino e utilizzo del defibrillatore semiautomatico. Ed è così che Lara Calanni dell’Icogei, Centro Formazione di Cuorgnè, Alessio Colombatto Istruttore Regionale 118 e Dario Lo Cigno, medico al San Giovanni Bosco, hanno deciso di avviare una raccolta fondi rivolta dapprima alla cittadinanza e poi ai commercianti.

«La risposta è stata molto positiva – ha affermato Laura Calanni, durante la consegna ufficiale a Salto dello strumento – e siamo riusciti ad acquistare questo defibrillatore semiautomatico.»

«Abbiamo scelto Salto perchè c’è un asilo – ha aggiunto Alessio Colombatto – e si trova spostato rispetto all’ospedale. Si tratta di un defibrillatore semiautomatico, molto semplice da usare, dotato di piastre sia per adulti che per bambini.»

Per poterlo utilizzare, però, non basta seguire le istruzioni, è necessario anche seguire un breve corso di formazione previsto a livello regionale, della durata di quattro ore.

«Il defibrillatore è uno strumento importantissimo – ha spiegato il Dottor Lo Cigno – alcune persone reagiscono alla corrente altre no. Questo tipo di defibrillatore è in grado di riconoscere le reazioni. La formazione esterna riguarda soprattutto il comportamento che si deve adottare. Il defibrillatore – ha concluso – permette di avere una sopravvivenza pari al 50-70 per cento.»

Il defibrillatore verrà posizionato nella struttura situata presso l’area attrezzata di via Asilo, dove vengono effettuate diverse attività sportive e dove sovente ci sono i parapendisti, inoltre è vicino all’asilo.

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img