spot_img
lunedì 20 Settembre 2021
lunedì, Settembre 20, 2021

SIRIA – Oltre 100mila persone intrappolate

SIRIA – La situazione è critica per più di 100.000 persone intrappolate nel distretto di Azaz, nel governatorato di Aleppo in Siria settentrionale, che si trovano bloccate tra la linea del fronte del gruppo dello Stato Islamico, i territori controllati dai curdi e la frontiera turca.

Lo rende noto Medici Senza Frontiere. Nell’ultimo anno la frontiera è stata chiusa per tutti tranne i siriani gravemente malati e alcuni membri del personale umanitario con permessi speciali. Il riaccendersi di violenti combattimenti nell’ultima settimana ha portato più di 35.000 persone a fuggire dai campi sfollati presi dal gruppo dello Stato islamico o troppo vicini alle linee del fronte.

Ora più di 100.000 persone sono radunate nelle zone al confine con la Turchia, con combattimenti in corso a soli sette chilometri di distanza. I combattimenti hanno inoltre portato alla chiusura di diverse strutture sanitarie perché l’avvicinarsi del fronte ha spinto il personale medico a fuggire.

L’ospedale di MSF, 52 posti letto nell’area settentrionale di Azaz, è ancora in funzione e sta dando priorità alle cure di emergenza. “Vediamo ancora decine di migliaia di persone costrette a fuggire ma senza alcun posto sicuro dove andare, intrappolate in questo sanguinoso, brutale confitto” ha detto Muskilda Zancada, capo missione di MSF in Siria.

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img