spot_img
lunedì 20 Settembre 2021
lunedì, Settembre 20, 2021

SAN CARLO CANAVESE – Oggi il “main draw”, con 13 azzurri, subito tre derby e il big match Bega-Grenier

SAN CARLO CANAVESE – Il successo è già arrivato con le qualificazioni, con spalti pieni per due giorni e pubblico piacevolmente sorpreso dalla nuovissima struttura sorta all’interno della cascina settecentesca ‘Gonetta’, ma per la prima edizione del Credem Futures, la fatidica “ora X” scoccherà solamente alle 11 di oggi.

Al torneo internazionale di San Carlo Canavese sarà infatti la volta dell’avvio del tabellone principale, sorteggiato nel pomeriggio odierno e pronto a regalare sei giorni di grande spettacolo. Lo farà da subito, con tante sfide interessanti e una in particolare che si annuncia di altissimo livello: da una parte il milanese Alessandro Bega, seconda testa di serie e sempre più vicino ai primi 300 della classifica mondiale, dall’altra il biondo francese Hugo Grenier, 20 anni e un curriculum stagionale che parla di una finale a Basiglio (Milano 3) e una semifinale a Trento. Significa che sta attraversando un buon periodo, in Italia si trova bene e le condizioni di gioco dei tre tornei (tutti sul sintetico Play-It) si adattano alla grande al suo tennis, ragion per cui sarà doppiamente pericoloso.

L’altro italiano compreso fra le teste di serie, il vercellese Erik Crepaldi (numero 4 del seeding), sarà invece protagonista di uno dei tre derby azzurri del primo round, contro il veneto Nicola Ghedin. Tricolori anche le sfide fra Luca Pancaldi e Samuele Ramazzotti, il marchigiano classe 1999 che dopo aver ben figurato fra i giovani si sta lanciando nel mondo dei ‘pro’, e quella che opporrà due torinesi: Andrea Vavassori e Luca Tomasetto. Da tenere d’occhio il primo, 20 anni da Pinerolo, che si presenterà al torneo di casa in grandi condizioni, dopo aver giocato (e perso) proprio oggi la sua prima finale Futures in carriera, in Egitto.

Da non perdere anche la sfida fra il francese Yannick Jankovits, prima testa di serie, e il fiorentino Adelchi Virgili, uno dei quattro italiani promossi dalle qualificazioni. L’azzurro ha superato senza difficoltà il tedesco Mayer, e si prepara per un match sicuramente meno scontato di quanto dicano le quasi 500 posizioni che li separano nella classifica mondiale Atp. Qualificazione raggiunta anche per Giacomo Miccini, Filippo Baldi e Stefano Reitano, quest’ultimo bravo a spuntarla nel derby con Andrea Borroni e a portare a quattro il numero di torinesi in gara nel tabellone principale (oltre a lui, Vavassori e Tomasetto, c’è la wild card Alessandro Giuliato, che sfiderà il croato Galovic). Per Reitano, prossimo ostacolo il brasiliano Thales Turini.

Baldi, passato 7-5 6-1 su Gabrieli, se la vedrà invece col portoghese Goncalo Oliveira, mentre per Miccini – a segno 7-6 6-3 sul britannico Kivanda – ci sarà il francese Elie Rousset. Domani, a partire dalle 11, i primi incontri di primo turno dei tabelloni di singolare e doppio. Non prima delle 14 il clou con Bega-Grenier. L’ingresso sarà gratuito per l’intera durata della manifestazione, altre informazioni e dettagli sul sito web www.gonetta.it.

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img