NOTIZIARIO DAL MONDO – ORE 08:30 – Le notizie dal mondo del 29 marzo 2016 – in flash

MESSICO – ARRESTATO UN COLLABORATORE DI “EL CHAPO”01 Juan Manuel Alvarez Inzunza (Rid)

Arrestato Juan Manuel Alvarez Inzunza, detto “Re Mida”, considerato uno dei principali collaboratori finanziari di Joaquìn “Chapo” Guzman e responsabile del riciclaggio degli enormi guadagni illegali accumulati dal boss del narcotraffico. Alvarez è stato catturato in un’operazione congiunta della polizia federale e dell’intelligence militare.

USA – ALLARME ALLA SEDE DEL CONGRESSO E ALLA CASA BIANCA

02 usa (Rid)Isolati ieri per alcuni minuti la sede del Congresso Usa, a Capitol Hill e la Casa Bianca, a Washington per un duplice allarme scattato contemporaneamente. A Capitol Hill sono stati sentiti alcuni spari, un poliziotto è rimasto leggermente ferito e l’uomo che ha premuto il grilletto è stato neutralizzato.  Nello stesso tempo, l’allarme era scattato anche alla Casa Bianca dopo che un individuo aveva tentato di scavalcare l’inferriata. Anche questa vicenda è stata risolta a la residenza presidenziale è tornata alla normalità.

CAMPANIA – PRIMO ARRESTO DOMICILIARE PER OMICIDIO STRADALE03 campania (Rid)

Posto agli arresti domiciliari per omicidio stradale. Si tratta della prima misura cautelare adottata per il nuovo reato previsto dalla legge entrata in vigore sabato scorso. L’uomo era alla guida di un’auto che ha avuto uno scontro frontale con un’altra vettura, nella serata di sabato scorso, provocando la morte di un giovane di 28 anni. Le indagini dei carabinieri hanno accertato che il 37enne era alla guida malgrado gli fosse stata revocata la patente nel 2011, inoltre il suo veicolo era privo di revisione, e al momento dell’impatto marciava a velocità doppia rispetto a quella consentita.

USA – FBI SBLOCCA IPHONE SENZA APPLE

04 usa (Rid)Il governo americano ha trovato il modo di sbloccare l’iPhone utilizzato da Syed Rizwan Farook, l’attentatore di San Bernardino, e non ha quindi più bisogno della Apple per accedervi. È stata quindi ritirata la causa legale che aveva intentato per indurre la società di Cupertino a collaborare, anche in nome della sicurezza nazionale. Apple aveva messo ben in chiaro che, se i federali fossero riusciti ad ‘aprire’ il dispositivo avrebbe chiesto di conoscere il metodo utilizzato.

ECONOMIA – AL JAZEERA TAGLIA 500 POSTI DI LAVOROaljazeera (Rid)

La tv al Jazeera ha annunciato che taglierà 500 posti di lavoro su scala mondiale. I tagli giungono in un momento in cui il Qatar riconsidera le sue priorità a fronte dei fondi stanziati per la Coppa del mondo di calcio che ospiterà nel 2022, e il crollo dei prezzi di petrolio e gas. La società Al-Jazeera Media Network afferma che i tagli rappresentano “un’ottimizzazione della forza lavoro” legata a un continuo evolversi del panorama dei media. La maggior parte dei tagli riguarda il Qatar.

TECNOLOGIA – NASCE IL MICROPROCESSORE “LIBERO”

05 bologna (Rid)Dopo il software arriva anche l’hardware open source: all’Università di Bologna è nato Pulpino, il primo sistema microprocessore ‘libero’. Sviluppato in collaborazione con il Politecnico di Zurigo, fa parte della terza generazione dell’open source: mira, cioè a rendere accessibile ad una vasta comunità di utenti la realizzazione a basso costo di microcontrollori ad elevate prestazioni.

[rev_slider_vc alias=”bannerpc”]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here