SAN MAURO – “Mercoledì scorso, 23 marzo,  al tavolo aziendale in New Holland di San Mauro sui Contratti di Solidarietà si sono firmati due testi uguali su due tavoli separati”

A dichiararlo è Claudio Chiarle, Segretario Generale dei metalmeccanici torinesi, che new holland (Rid)aggiunge:”Prendo atto che la Fiom ha fatto il “meno uno”! E’ un Organizzazione che non ha il coraggio di fare i piccoli passi in avanti, o si fa come dice lei o niente. Rimanga pure dov’è, nel suo antagonismo ideologico. La FIM anche oggi raccoglie i frutti del suo lavoro sindacale. Anche il motore degli escavatori, dopo quelle delle Maserati, torna a rombare nel territorio torinese” ”

I Contratti di Solidarietà sostituiranno dal 4/5/2016 la CIGS consentendo di ridistribuire in modo più equo il lavoro tra tutti i dipendenti interessati, circa 400.

Nello Stabilimento di S. Mauro per il 2016 è prevista la costruzione complessiva di 2368 macchine di cui 682 sono i nuovi Escavatori cingolati pesanti derivanti dall’accordo con Sumitomo.

Durante l’anno è anche previsto l’inserimento di un nuovo modello di Mini Escavatore, di fatto nello Stabilimento di S. Mauro entro il 2016 sarà rinnovata l’intera gamma di prodotto, garantendo sia l’occupazione che la competitività nel settore.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here