RIVAROLO CANAVESE – Nelle prossime settimane verranno affissi in tutti i comuni, i manifesti redatti dai circoli PD del Canavese (Rivarolo, Cuorgnè, Castellamonte, Valle Sacra, Valchiusella e Valli Orco e Soana) relativi al debito Asa.

“Alla fine fare gli struzzi, – afferma Simona Randaccio, Segretario del Circolo Pd di Rivarolo Manifesto-PD-su-debito-AsaCanavese – rimandare i problemi che tanto ci penserà qualcun altro non paga.. ecco, l’impressione che si trae dalla lettura del Lodo ASA è questa, un non voler vedere il disastro che ormai incombe, il non voler affrontare con coraggio e decisione il debito, il rimandare qualsiasi decisione ad un futuro incerto che ha portato oggi ad un debito monstre dei comuni (e quindi dei cittadini) verso il consorzio.

Ricordo una conferenza stampa organizzata nell’estate 2015 da alcuni amministratori di centro destra, con la quale si vantavano di aver sventato una manovra del PD volta a controllare l’assemblea del consorzio canavesano ambiente (l’erede amministrativo dell’assemblea dei sindaci ASA), l’impressione era quella che in realtà questi sindaci, per buona parte già tali ai tempi del disastro ASA, avessero ordito un accordo per continuare a tenere i loro scheletri ben chiusi negli armadi. Gli scheletri tuttavia erano così pesanti che qualche armadio lo hanno scardinato, e oggi infestano i sonni dei poveri cittadini canavesani sotto forma di aumenti di tasse.

Dal 2008 ad oggi è cambiato il mondo, e molte cittadine canavesane hanno scelto di fare un cambiamento radicale rispetto alle passate giunte: oggi questi nuovi amministratori si trovano a dover affrontare con coraggio –quello che è mancato a chi li ha preceduti- l’eredità disastrosa delle mancate scelte del passato. Il PD – conclude Randaccio – è al fianco e sostiene questi amministratori, ben sapendo che le scelte che sono chiamati a compiere non sono affatto facili, e implicano una grande assunzione di responsabilità.”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here