RIVARA – Il consigliere di opposizione Danilo Pastore accusa il Sindaco Gianluca Quarelli di negligenza su quella che fu l’amministrazione Asa, e, a sua volta, il primo cittadino ricorda a Pastore di essere stato nell’amministrazione della Comunità Montana Alto Canavese.

Il lodo arbitrale Asa, che condanna i comuni e le Comunità Montane a versare ad Asa rivara-consiglio37milioni di euro, scalda gli animi. L’altro giorno è stato oggetto della mozione discussa in Consiglio Comunale e presentata dal gruppo di minoranza Uniti per Rivara.

Una mozione che, dopo aver fatto un excursus sui fatti, impegnava il “legale rappresentante dell’Ente ad attivarsi, nei modi e nelle forme più opportune, al fine di dar corso a ogni opportuna e sollecita istruttoria a verifica dell’esercizio del cd. “controllo analogo”, sia in via diretta che a mezzo di sollecitazione della Comunità Montana Alto Canavese, con riferimento al Consorzio Asa, sia anteriormente che posteriormente al manifestarsi dell’insolvenza, nonché, in caso di comportamenti illegittimi o negligenti da parte di coloro che hanno esercitato e/o esercitano poteri di indirizzo ovvero, legittimamente o meno, gestionali all’interno dell’Ente e della Comunità Montana Alto Canavese, si proceda alle necessarie contestazioni, ai necessari atti conservativi, compreso l’invito ad attivare le eventuali coperture assicurative; tanto, anche con riferimento ai terzi coinvolti rispetto all’evoluzione del Consorzio Asa, anche in fase post dissesto, sia che hanno svolto, in modo illegittimo e/o negligente, attività a qualunque titolo.”

«Tra i soci di ASA figura non il Comune di Rivara, – ha replicato il Sindaco Gianluca Quarelli – che non ha mai posseduto quote del capitale sociale, ma la Comunità Montana Alto Canavese per una quota pari a 250 millesimi, ente che, è bene ricordarlo, possiede piena autonomia distinta e separata dai Comuni che la compongono, ed a sua volta è in fase di liquidazione.

Ciò premesso intendo ribadire che la vicenda è sempre stata seguita con estrema attenzione in considerazione della gravità dei fatti contestati e delle possibili conseguenze negative degli stessi per il Comune di Rivara.»
La mozione è stata comunque accolta dalla maggioranza:

«Conseguentemente aderisco ben volentieri alla mozione presentata dal gruppo di minoranza, – ha dichiarato Quarelli – pur non condividendone le premesse, costituite da una ricostruzione dei fatti parziale e faziosa, tendente a focalizzare l’attenzione sui comportamenti di una parte soltanto degli amministratori e tralasciando implicitamente il ruolo ricoperto proprio nel periodo 2007-2008 dal consigliere Pastore e dall’ex sindaco Riorda, rispettivamente vicepresidente e presidente della Comunità Montana Alto Canavese.»

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here