RIVAROLO – La sfida è già partita con l’apertura delle iscrizioni. Ogni dettaglio è stato pianificato e ora si attende soltanto che i motori si accendano per questa undicesima edizione della Ronde del Canavese in programma nel week- end fra il 20 e 21 marzo prossimi.Vedelago-680x452 (Rid)

Ad alimentare l’attesa ci pensano i protagonisti. Saranno molto probabilmente le Word Rally Car a catalizzare l’interesse degli appassionati anche se lo scorso anno con un finale incandescente Gianfranco Vedelago e Corrado Courthoud riuscirono a conquistare la vittoria assoluto a bordo della Mitsubishi R5. La zampata finale di Vedelago fu una doccia fredda per Pettenuzzo che sembrava ormai vicino al successo.

Anche nell’edizione 2016 l’attenzione sarà concentrata su questi due protagonisti. “Le strade del Canavese mi piacciono particolarmente” commenta Vedelago. “Noi ovviamente ce la metteremo tutta. Molto dipenderà anche dalle condizioni del tempo. Lo scorso anno con la pioggia l’asfalto era molto scivoloso ed è una caratteristica che mi permette di esprimermi al meglio.”

Anche Pettenuzzo che sarà al via con la sua Ford Focus non nasconde la sua voglia di rivincita. “Lo scorso anno Gianfranco ci giocò un brutto scherzo finale. Ma questa volta staremo più attenti”. Con una Wrc di nuova generazione, la Ford Fiesta curata dalla Tam-Auto sarà al via anche Enrico Tortone. Le iscrizioni chiuderanno lunedì 14 Marzo. Non cambia la parte squisitamente logistica dell’appuntamento. Sarà ancora la città di Rivarolo ad ospitare la manifestazione motoristica che orami tradizionalmente accoglie la primavera e richiama sulle strade canavesane migliaia di appassionati. Il capoluogo canavesano ospiterà la partenza e l’arrivo nel suo elegante centro città. Ma anche tutto il quartier generale che ormai da molte edizioni viene allestito all’hotel Rivarolo.

Sul piazzale dell’Urban Center si terranno le verifiche tecniche mentre nella serata del sabato l’immancabile sfilata delle vetture. La gara come ogni anno è intitolata a Livio Bausano con il trofeo per i vincitori assoluti e a Gino Bellan che viene invece ricordato con un premio al primo equipaggio canavesano. “Speriamo di ripetere il grande successo dello scorso anno” commenta Alberto Rostagno, sindaco di Rivarolo. “Questo territorio ha una grande tradizione rallistica che siamo lieti di alimentare con la gara che parte dal cuore della nostra città”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here