CUORGNÈ – È successo all’alba di venerdì quando Antonio Arnaldo Locane, eporediese di 49 anni, senza fissa dimora, e ricercato da più di un mese, stava scavalcando il cancello della proprietà di una ditta di costruzioni di località bandone, a Cuorgnè, per dileguarsi dopo aver passato la notte all’interno di un magazzino, senza asportare nulla.

Su di lui pendeva un ordine di carcerazione emesso dalla Procura di Ivrea per violazione degli cuorgne-cc-castellamonteobblighi inerenti la sorveglianza speciale e per ricettazione. Notato da un Appuntato dei carabinieri della Stazione di Castellamonte che stava rientrando a casa dopo aver svolto il suo turno di servizio, l’uomo è stato subito bloccato. Condotto nella caserma di Castellamonte è stato quindi arrestato.

Nei suoi confronti è scattata anche una denuncia per ricettazione: poco distante dal magazzino aveva infatti parcheggiato una autovettura da lui utilizzata, che è risultata oggetto di furto commesso nel 2013. L’auto, una ford focus c max, è stata restituita al legittimo proprietario. Per Locane si sono aperte le porte del carcere di Ivrea.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here