LEINI – Le famiglie di studenti iscritti all’anno scolastico 2014/2015 o 2015/2016 a scuola statali o paritarie o agenzie formative accreditate per l’obbligo formativo, residenti in Piemonte e in possesso dei requisiti previsti, possono chiedere gli aiuti economici alle famiglie per il diritto allo studio.scuola 12 (Rid)

«Le possibilità – spiega l’assessore Emiliana Volonnino – sono due. Da un lato l’assegno di studio, un contributo regionale previsto per gli anni scolastici 2014/2015 o 2015/2016, che può essere richiesto da ciascuno studente, e per ciascun anno scolastico, per le spese di iscrizione e frequenza e per le spese relative a libri di testo obbligatori, trasporto e attività integrative inserite nel piano dell’offerta formativa. Per potervi accedere è necessario avere un’Isee fino 26mila euro e avere conservato i giustificativi delle spese per le quali si richiede il contributo. Contributo che non può essere richiesto per spese diverse, come mensa, cancelleria, testi non obbligatori e simili. E nel caso in cui si richieda l’assegno per lo stesso studente per entrambe gli anni scolastici, il contributo concesso sarà determinato dalla somma dell’assegno di importo maggiore e del 60 per cento di quello di importo minore. Dall’altro il contributo statale, rivolto all’anno scolastico 2015/2016 e riferito esclusivamente al libri di testo obbligatori. In questo caso, oltre a produrre o giustificativi delle spese per cui si richiede il contributo, sarò necessario avere una Isee fino a 10.632,94 euro».

Le domande devono pervenire fino al 5 maggio prossimo sul sito www.sistemapiemonte.it/assegnidistudio

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here