ALBA – “Mi sembra importante che dall’incontro di oggi che si è tenuto ad Alba tra il Sindaco, l’ex vice ministro della giustizia Enrico Costa, l’europarlamentare Alberto Cirio, presenti anche il Provveditore dell’amministrazione penitenziaria Luigi Pagano ed il Garante dei Detenuti, sia emersa la volontà corale di riaprire con urgenza il carcere cittadino. Ne siamo convinti anche noi, fermo restando la necessità di urgentissimi lavori di bonifica”.ALBA CARCERE

Lo dichiara Vicente Santilli, segretario regionale del Piemonte del Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria SAPPE, il primo e più rappresentativo dei Baschi Azzurri.

“Un carcere chiuso, seppur temporaneamente, significa il venir meno, sul territorio, di un presidio di legalità e sicurezza”, prosegue. “Chiudere un carcere vuol dire interrompere ogni attività finalizzata alla rieducazione del reo. Vanno quindi fatti interventi per bonificare la struttura ma garantire la territorialità della pena, perchè trasferire i detenuti un po’ in tutta la Regione e  in tutta Italia comporta gravi disagi anche per i familiari dei ristretti stessi, che dovranno macinare chilometri per raggiungere e fare visita ai proprio cari. Le garanzie di stabilità devono essere assicurate anche agli Agenti di Polizia Penitenziaria, inviati qua e là in altri carceri. Per tutte queste ragioni, auspichiamo una rapida riapertura del carcere di Alba”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here