RIVAROLO CANAVESE – È stata anticipata ieri (la presentazione ufficiale ai media è prevista per domani) alle associazioni rivarolesi la Nuova Fiera del Canavese.

Ancora in via di sviluppo, la rassegna nasce sulla falsa riga di quella che fu un tempo la Fiera Rivarolo-incontro-fiera-1del Canavese nei suoi periodi migliori.

L’idea di fondo è quella di coinvolgere le associazioni nello sviluppo della rassegna per quanto concerne la parte culturale. Si, perchè oltre al lato commerciale, lo sfondo dovrà essere prettamente culturale.

Le linee non sono ancora definite, ed è qui che entrano in gioco le Associazioni, le quali, se vorranno, dovranno contribuire a riempire di contenuti la kermesse che si terrà dal 31 maggio al 3 giugno.

L’organizzazione è stata affidata ad un’azienda di Torino, la Concept Event, il cui amministratore delegato, Alfio Bilotta, ha presenziato all’incontro con le associazioni cittadine che si è tenuto ieri nel tardo pomeriggio a Palazzo Lomellini.

«Si chiamerà la “Nuova Fiera del Canavese” per rimarcare la differenza. Lo slogan è la “tradizione di si rinnova”»

La fase è ancora forzatamente transitoria per via della complessa procedura antimafia alla quale è soggetta la Città di Rivarolo.

Ora si cerca, anche per questo si è chiesto suggerimento ai sodalizi rivarolesi, un filo conduttore logico per i contenuti culturali.

«L’aspetto culturale è una parte importante – ha affermato l’Assessore alla Cultura Costanza Conta Canova – non ha senso portare solo eventi da fuori. Le associazioni saranno protagoniste e insieme rilanceremo l’attività culturale.»

La fiera partira da via Rocco Meaglia (all’altezza della curva) fino dentro al parco del Castello sul prato davanti all’ex Pretura. Il fulcro sarà il grande albero posto centralmente sul prato. Verranno montate delle tensostrutture temporanee con tanto di moquette. Gli eventi culturali troveranno posto presso le ex scuderie. La Nuova Fiera del Canavese resterà presumibilmente aperta al pubblico il pomeriggio (nei giorni feriali) e tutto il giorno nei week end. Prevista un biglietto d’ingresso a costo “popolare”.

A grandi linee questo e quanto è emerso dall’incontro. Le associazioni potranno fare riferimento all’Assessore Claudio Leone, per la parte commerciale, e all’Assessore Costanza Conta Canova per la parte culturale, i quali faranno da collegamento con l’agenzia organizzativa.

Qualche informazione in più potrebbe trapelare durante la conferenza stampa di domani.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here