NOTIZIARIO DAL MONDO – ORE 08:30 – Le notizie dal mondo del 29 gennaio 2016 – in flash

FRANCIA – FERMATO CON ARMI E CORANO NEL BORSONE01 FRANCIA 1 (Rid)

Nel borsone aveva due armi, un caricatore e un corano. Un uomo di 28 anni è stato fermato all’entrata di un hotel a  Disneyland Parigi, allo scattare di un metal detector al passaggio del borsone. Era diretto in un hotel per prenotare una stanza. Non ha opposto resistenza ed è stato posto in stato di fermo.

AUSTRALIA – ALLARME BOMBA NELLE SCUOLE

02 AUSTRALIA 1 (Rid)Evacuate le scuole elementari e superiori del sud dell’Australia in seguito ad una serie di telefonate minatorie in cui si avvertiva della presenza di ordigni esplosivi. Le telefonate hanno interessato scuole situate negli Stati sudorientali del Nuovo Galles del sud e Victoria. Le indagini e perquisizioni non hanno portato al ritrovamento di oggetti sospetti. Le scuole in Australia sono rimaste chiuse il mese scorso per la pausa estiva. In molti Stati oggi era il primo giorno della ripresa scolastica.

YEMEN – AUTOBOMBA VICINO ALLA CASA DEL PRESIDENTE03 YEMEN 1 (Rid)

E’ di almeno dieci morti il bilancio di un attacco con autobomba ad Aden, nel sud dello Yemen, vicino alla residenza del presidente Abd Rabbo Mansour Hadi. L’esplosione ha colpito un checkpoint fuori dalla residenza del presidente. L’attacco kamikaze è stato rivendicato dall’Isis.

PALERMO – IN AEROPORTO CON UN COLTELLO NELLA STAMPELLA

04 PALERMO 1 (Rid)Un cittadino romeno di 36 anni munito di una stampella, ha tentato di imbarcarsi sul volo diretto a Bergamo-Orio al Serio. Quando l’oggetto ortopedico è passato ai raggi x, si è scoperto che in un apposito incavo ricavato lungo il ‘tubo’ della stampella erano stipati oggetti da punta e taglio, tra cui un coltello. La Polizia lo ha così arrestato per violazione della legge riguardante la disciplina del porto delle armi a bordo degli aeromobili. Indagini sono in corso sul perché volesse salire armato sul volo, su data e modalità del suo ingresso nel nostro territorio e su cosa abbia fatto lo straniero in Italia durante la sua permanenza. L’uomo era in possesso di una carta d’imbarco di un volo diretto a Bergamo, scalo intermedio di un successivo volo già prenotato per Stoccolma

POLITICA – NOMINATO UN NUOVO MINISTRO E SETTE SOTTOSEGRETARI05 POLITICA 1 (Rid)

La squadra di governo passa da da 56 a 64 membri (65 con Matteo Renzi). Con le nomine il premier ha infatti ‘arricchito’ il suo team di un nuovo ministro e sette sottosegretari. Il nuovo ministro sarà Enrico Costa, che andrà ad occupare la poltrona degli Affari Regionali. New entry 7 sottosegretari:Tommaso Nannicini alla Presidenza del Consiglio; Dorina Bianchi e Antimo Cesaro alla Cultura; Enzo Amendola agli Esteri; Gennaro Migliore e Federica Chiavaroli alla Giustizia; Antonio Gentile allo Sviluppo Economico. Inoltre promossi a viceministro, rispettivamente Esteri e Economia, i sottosegretari Mario Giro e Enrico Zanetti. Promossa a viceministro anche Teresa Bellanova, che però si sposta dal Lavoro(dove fino a oggi era sottosegretario) allo Sviluppo Economico. Il sottosegretario Simona Vicari,attualmente allo Sviluppo passa invece al ministero dei Trasporti e Infrastrutture.

GOVERNO – APPROVATE MISURE PER LAVORO AUTONOMO, POVERTA’ E CINEMA

06 ECONOMIA 1 (Rid)Il Consiglio dei Ministri ha approvato un disegno di legge recante misure per la tutela del lavoro autonomo non imprenditoriale, per il contrasto alla povertà e per il cinema. Per quanto concerne il lavoro autonomo non imprenditoriale, l’obiettivo è costruire per tali lavoratori, prestatori d’opera materiali e intellettuali non imprenditori, un sistema di diritti e di welfare moderno capace di sostenere il loro presente e di tutelare il loro futuro e una modalità flessibile di svolgimento del rapporto di lavoro subordinato quanto ai luoghi e ai tempi di lavoro finalizzata a regolare forme innovative di organizzazione del lavoro, agevolando così  la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro. Per quanto concerne la lotta alla povertà il provvedimento conferma l’attenzione del Governo a realizzare misure di contrasto alla povertà ed interventi di inclusione attiva, attenzione testimoniata, peraltro, dalla previsione nella legge di stabilità 2016 dell’istituzione del Fondo per la lotta alla povertà e all’esclusione sociale e dalla previsione di un Piano nazionale per la lotta alla povertà e all’esclusione sociale avente cadenza triennale. Infine il provvedimento per il cinema che prevede forti innovazioni negli strumenti di sostegno pubblico all’industria del cinema e dell’audiovisivo e aumenta le risorse messe annualmente a disposizione dallo Stato. In particolare, viene creato il “Fondo per lo sviluppo degli investimenti nel cinema e l’audiovisivo”, per sostenere gli interventi per il cinema e l’audiovisivo attraverso incentivi fiscali e contributi automatici che unificano le attuali risorse del Fus Cinema e del Tax Credit.

[rev_slider_vc alias=”bannerpc”]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here