NOTIZIARIO DAL MONDO – ORE 08:30 – Le notizie dal mondo del 26 gennaio 2016 – in flash

SIRIA– ESPLODE UN CAMION-BOMBA: 23 MORTI01 siria 1 (Rid)

Un camion-bomba condotto da un attentatore suicida è esploso nel quartiere Sukari ad Aleppo. Ventitré persone, in maggioranza miliziani di un gruppo ribelle islamista, sono stati uccisi dall’esplosione.

 

LAZIO – UOMO CON IL FUCILE ALLA STAZIONE TERMINI: ERA GIOCATTOLO

02 roma 1 (Rid)Momenti di paura alla stazione Termini di Roma. Nello scalo romano era giunta la segnalazione di un un uomo che si aggirava armato di fucile. Le Forze dell’Ordine hanno evacuato la stazione e incominciato a setacciare i binari bloccando anche dei treni. Verso le 21 quell’uomo con il cappellino e l’arma in mano era stato bloccato da un carabiniere su un treno in prossimità di Anagni perché aveva un’arma giocattolo, ma poi era stato lasciato andare dal momento che la circostanza non era stata collegata con l’allarme e la evacuazione della stazione Termini.

BERGAMO – IMPIEGATE COMUNALI MODIFICAVANO L’ORARIO01 bergamp (Rid)

La Guardia di finanza ha sequestrato presso il municipio di Villongo (Bergamo) due computer utilizzati da due donne accusate di truffa ai danni dello Stato, falso materiale e ideologico e accesso abusivo ai sistemi informatici. Secondo le indagini, le due dipendenti timbravano regolarmente il cartellino d’entrata al lavoro, ma poi se ne andavano prima della scadenza regolare dell’orario, timbrando nuovamente il cartellino. Le due dipendenti riuscivano a entrare nel sistema informativo del Comune e a modificare l’orario di uscita, in modo che risultasse che avevano lavorato regolarmente.

ECONOMIA – BRUXELLES: “RISCHI ALTI SUL DEBITO”

04 bruxelles 1 (Rid)Bruxelles avverte l’Italia: “Ci sono rischi alti sul debito dell’Italia nel medio periodo”.  Secondo il Ministero dell’Economia, invece, “Non ci sono rischi, il debito calerà dal 2016”.

 

 

SANITA’ – ALLARME: I BISTURI NON TAGLIANO PIU’”05 sanità 1 (Rid)

Arriva dall’Associazione dei Chirurghi Ospedalieri Italiani in seguito a segnalazioni da migliaia di medici in tutta Italia, l’allarme che ”i bisturi in Italia non tagliano più”. La ‘mediocre qualità dei bisturi utilizzati oggi ha conseguenze sia estetiche, perché il taglio perde la precisione chirurgica, sia infettive.

[rev_slider_vc alias=”bannerpc”]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here